Home Unghie

Unghie: melanoma ungueale, prevenzione e diagnosi

CONDIVIDI

Negli ultimi giorni, un episodio ha fatto il giro dei media, in Inghilterra, un’estetista ha salvato la vita ad una sua cliente, riconoscendo sulle sue unghie la presenza di un melanoma ungueale.

La ragazza si era rivolta alla professionista estetica per poter ricoprire con uno smalto una fastidiosa riga nera che era presente sulla sua unghia. L’estetista dopo aver visionato la cosa, l’ha immediatamente allarmata salvandole la vita.

Si trattava infatti di un melanoma subungueale e la ragazza ha voluto informare tutti attraverso i social con un post:

“Nella maggior parte dei casi è probabile che non sia niente di cui preoccuparsi, altre volte queste anomalie possono essere il sintomo di patologie anche molto gravi. Una diagnosi precoce può davvero fare una grande differenza”

Scopriamo assieme cosa è il melanoma ungueale e come prevenire e diagnosticare questa patologia.

Melanoma ungueale, come riconoscerlo e prevenirlo

Il melanoma ungueale è un tipo di patologia individuabile soprattutto da medici. Quando si nota una particolare pigmentazione di un unghia, in particolare striature scure che nel tempo tendono a diventare più importanti, bisognerebbe ricorrere al medico dermatologo che provvederà alla diagnosi e nel caso a tutte le indagini opportune.

La prevenzione precoce può davvero salvare la vita, ma non è facile diagnosticare questo tipo di lesione. La cosa importante è quella di osservare in modo attendo ogni cambiamento del proprio corpo, in questo caso della pigmentazione delle proprie unghie.

Questo aiuterà nella diagnosi precoce. Nel caso in cui si tratti di melanoma, tutte le ricerche accerteranno lo stato della lesione ed il medico deciderà l’approccio migliore per eliminarlo sempre a seguito di una biopsia che ne accerti la presenza.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Smalti bio, ecco perché preferirli a quelli comuni 

Nel caso delle donne, anche la ricostruzione delle unghie portata per molto tempo, potrebbe nascondere la presenza di patologie all’unghia come melanomi ma anche infezioni micotiche che se non curate possono diventare invasive.

Sarà bene decidere di eliminare ogni traccia di gel o acrilico per qualche mese l’anno, se proprio non si vuol rinunciare a questo vezzo.

Una visita dermatologica accerterà lo stato di salute delle unghie e il medico potrà consigliare eventuali cure anche per rinforzare le unghie per troppo tempo sottoposte allo stress della ricostruzione.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Unghie, come rimediare ai danni della ricostruzione 

GUARDA GRANDE FRATELLO VIP, CHI SARANNO I CONCORRENTI? -IL VIDEO-