Cattivi odori in casa? Usa questi oli essenziali e purificherai anche gli ambienti

Se in casa tua ci sono cattivi odori, potresti pensare di usare gli oli essenziali: questi non solo li rimuoveranno, ma riusciranno anche ad eliminare eventuali germi e batteri e purificare gli ambienti.

Esistono decine di motivi per cui in casa ogni tanto si iniziano a sentire cattivi odori. 

oli essenziali
CheDonna Photo

I motivi possono essere svariati e anche molto diversi tra loro: il problema può essere spesso semplicemente l’odore di chiuso (che non è piacevole affatto, anzi è abbastanza sgradevole), la spazzatura che lascia un tanfo in casa, uno scarico intasato, vecchi cibi rimasti troppo a lungo nel frigo oppure nella dispensa, tessuti di tende e tappeti troppo vecchi e talvolta addirittura ammuffiti.

Ovviamente la causa va cercata e rimossa tempestivamente, ma esistono anche dei metodi che permetteranno alla tua casa di avere sempre un ottimo profumo.

Tra questi in primis vi sono gli oli essenziali, dei concentrati estratti dalle piante, ricchi di principi attivi e molto profumati. Questi sono in grado addirittura di eliminare batteri, quindi la loro utilità è davvero vasta.

Detto ciò, come profumare casa con gli oli essenziali? Quali scegliere? Come usarli? Ecco tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.

Ecco come usare gli oli essenziali per profumare e purificare gli ambienti

Innanzitutto la prima cosa da sapere è che per profumare gli ambienti di casa, sarebbe opportuno procurarsi un brucia essenze. A quel punto basta inserire nel diffusore un po’ di acqua e qualche goccia di olio essenziale. Il calore farà diffondere l’aroma praticamente in tutta la casa.

oli essenziali
Canva Photo

Quale olio essenziale scegliere? Dipende dalla stanza, dalla superficie oppure dal tessuto. Ad esempio, in cucina e nel bagno sarebbe preferibile preparare un detergente fai fai da te mescolando acqua, aceto di vino bianco, 15 gocce di olio essenziale di rosmarino e 15 di olio essenziale di lavanda.

In alternativa, se preferisci, puoi usare anche gli oli essenziali di eucalipto, menta o tea tree: il loro profumo sarà gradevole in egual modo.

In ogni caso, potrai usare il detergente così ottenuto anche sulle superfici più delicate, come sanitari, rubinetti e piastrelle.

A questo proposito, se vuoi eliminare i cattivi odori dal wc, ecco come puoi fare.

Se vuoi eliminare dalla cucina l’odore dei cibi che hai preparato, puoi anche sostituire i succitati oli con quelli di rosmarino, lavanda oppure quello essenziale di limone.

Possiamo usare gli oli profumati anche per disinfettare la biancheria. Come? Versando cinque gocce di olio essenziale di lavanda su un po’ di ovatta, che dovremo poi sistemare in un sacchetto di stoffa da lasciare nel guardaroba oppure nei cassetti.

In alternativa, potremo anche preparare i gessetti profumati con gli oli essenziali da lasciare comunque nell’armadio. Come si ottengono? Basta prendere un bicchiere di gesso ceramico, due d’acqua e 20 gocce di olio essenziale di lavanda, mischiare tutto e travasare poi il composto così ottenuto all’interno di alcuni stampini in silicone.

Ti basterà poi aspettare circa 48 ore e i tuoi gessetti saranno pronti per essere rimossi e utilizzati.

Puoi anche usare gli oli essenziali per eliminare i cattivi odori dalle scarpiere. Per farlo, potrai prendere una goccia di olio essenziale di lavanda, una di olio essenziale di salvia e una di olio essenziale di rosmarino, mischiare tutto, versare qualche goccia su un po’ di ovatta e sistemarla poi all’interno della scarpiera.

E ancora, questi ingredienti saranno perfetti anche per rinfrescare i tessuti. Come fare? Puoi preparare un deodorante spray profumato. Per farlo, ti basterà mescolare40 millilitri di alcol alimentare e 60 di acqua, aggiungere poi una decina di olio essenziale di arancio dolce, altrettante di olio essenziale di limone e 5 di olio essenziale di menta.

Infine dovrai inserire all’interno di uno spruzzino il tutto e applicarla poi su tende, divani, tappeti e ovunque avverti dei cattivi odori in casa.

Vi sono poi degli oli essenziali che riescono anche a purificare gli ambienti: si pensa infatti che questi possano addirittura rendere gli ambienti più confortevoli, sia per chi ci vive che per eventuali ospiti.

Tra questi ricordiamo ad esempio l’incenso, uno dei più usati fin dall’antichità, la lavanda officinale, un antisettico e antibatterico naturale, che disinfetta in profondità gli ambienti, la cannella, capace di distruggere il 99,99% di microbi, batteri, virus e parassiti.

E ancora, ricordiamo il ginepro, il mirto, la salvia, il tulsi, il pino silvestre. Tutti assolvono allo stesso compito: purificare l’ambiente in cui si trovano. Ovviamente quindi dovresti scegliere tra queste basandoti non sono sulla loro funzione, ma anche sull’aroma che emana, siccome questo avvolgerà tutta la stanza letteralmente.