Come porre rimedio alle macchie di sudore sulle nostre amate camicie chiare

Si può agire di prevenzione con gli assorbenti ascellari, usare deodoranti per l’ipersudorazione o ricorrere alla chirurgia con iniezioni botuliniche. Le macchie di sudore sulle nostre camicie, bianche come rosa, in cotone o in seta, sono orribili ma si possono trattare sempre.

Abbiamo una presentazione importante o semplicemente ci torna in mente quella camicia bianca bellissima che non mettiamo da così tanto tempo e quindi, dopo una non molto breve ricerca nell’armadio, finalmente la troviamo. Peccato che ci siano aloni di sudore evidenti e che proprio non ci vada di cambiare l’outfit ormai già definito nella nostra testa.

Outfit con camicie chiare senza macchie 21-10-22.
Fonte: Canva.

Sono antipatiche tanto quanto le macchie di profumo sui tessuti o forse di più. Scopriamo quindi come toglierle con metodi semplici e naturali.

Eliminare gli aloni di sudore dalle camicie è possibile con queste dritte della nonna

Si va dal mescolare due cucchiai di bicarbonato con un cucchiaio di acqua ossigenata e poche gocce di detersivo per piatti per creare una crema che andrà prima applicata sulle macchie e poi accuratamente risciacquata alla semplice messa in ammollo in una bacinella di acqua fredda.

Camicia in seta rosa 21-10-22.
Fonte: Pinterest.

Di metodi per far scomparire – od almeno attenuare – i segni gialli del sudore dalle nostre amate camicie sono molti ma vediamo di capire quali funzionino realmente.

Oltre alla prima soluzione ne viene proposta un’altra, usata spesso e volentieri anche dalle giovanissime. Dopo aver messo la camicia in acqua fredda si dovrà aggiungere mezzo bicchiere di shampoo che agirà durante la notte. Al mattino seguente la si potrà lavare in lavatrice con gli altri capi in cotone dello stesso colore e (in teoria) le macchie saranno solo un ricordo.

Abito nero e camicia bianca 21-10-22.
Fonte: Pinterest.

Altra idea coniuga l’acqua e l’aceto bianco nei quali la nostra camicia resterà in ammollo un’ora al termine della quale bisognerà strofinare sotto le ascelle e poi risciacquare ed aspettare il risultato.

Per le più creative _ e per chi pur non facendo mai la spesa ha come costante in casa sia dolciumi che alcolici – si potrebbe usare la vodka. Mischiare un bicchiere di questo superalcolico a dell’acqua in un erogatore spray ci consentirà di spruzzarlo sulle aree interessate ed aspettare che agisca per circa quaranta minuti. Al termine poi si procederà al normale lavaggio.

Ovviamente per i tessuti più delicati quali seta, velluto e simili, è meglio rivolgersi alla propria lavanderia di fiducia che sicuramente punterà ad offrire un servizio di qualità. Gli esperimenti meglio farli su capi low cost.

Silvia Zanchi