“Cacciata via come una reietta”: l’ex gieffina non ci sta e sbugiarda il GF Vip

L’ex concorrente del GF Vip ha vuotato il sacco in merito alla sua esperienza e ha sbugiardato la produzione del programma di Signorini.

Il GF Vip, come ogni edizione che si rispetti, si trova al centro della polemica. Questa volta il motivo riguarda un’ex concorrente di Alfonso Signorini che ai microfoni del settimanale Nuovo si è raccontata come un fiume in piena scagliandosi contro la produzione che l’ha squalificata poco dopo il suo ingresso.

gf vip reietti
foto realizzata con canva

Ovviamente stiamo parlando di Alda D’Eusanio che è stata squalificata dal reality show di successo di canale 5 per aver dichiarato, per poi ritrattare il tutto, che Laura Pausini sia vittima di violenza domestica. La cantante ha ovviamente agito legalmente e lei ora incola la produzione del programma per averla fatto prendere parte ad un programma a cui non era ideona tirando in ballo anche il recente caso di Marco Bellavia che ha infiammato e non poco gli utenti della rete per il comportamento non proprio corretto del cast di quest’anno.

Alda D’Eusanio ha criticato la produzione del GF Vip, lanciando delle accuse ben precise in merito a quanto è accaduto.

Alda D’Eusanio contro il GF Vip: l’affondo dopo il caso Marco Bellavia

Alda D’Eusanio ha criticato il Grande Fratello Vip, dove Giulia Salemi ha sbottato contro un ex concorrente, affermando che lei non era in grado di prendere parte al programma nonostante il loro team di psicologhe aveva garantito il contrario:

alda d'eusanio gf vip
foto da instagram

“Per fortuna si sono scusati con Marco Bellavia per non aver capito il suo problema ha esordito l’ex concorrente durante il corso dell’intervista. “Io invece sono stata cacciata via come una reietta e di me non si è più parlato, come se non fossi mai esistita” ha proseguito. Tant’è che la sua eliminazione non è avvenuta durante il corso delle dirette su canale 5 ma mentre andava in onda il daytime.

“A me la psicologa fece due domande in videochiamata, sottovalutando la mia fragilità. E, nel mio caso, si sapeva bene che ero stata in coma e che avevo avuto cinque emorragie cerebrali ha aggiunto, asserendo che non era il caso per lei di prendere parte al programma nonostante le psicologhe della produzione le avevano dato l’ok per poter entrare a far parte del cast della casa più spiata d’Italia.