Ecco il trucco che trasforma una comune frittata in una frittata speciale

Sembra semplice cucinare la frittata perfetta, ma lo diventa solo se sapremo seguire le giuste regole e qualche trucco utile

Non tutti se lo ricordano, ma in cucina si parte dalle basi. Come una buona frittata, che sulla carta è un’operazione semplice semplice. Ma c’è differenza tra una frittata normale e una frittata perfetta, quella che ci farà meritare gli applausi.
Per questo servono trucchi e consigli, quelli che troverete nel nostro articolo. Dalla larghezza della padella alla cura delle uova, dalla cottura degli altri ingredienti all’uso dei grassi, tutti passaggi fondamentali per fare la differenza anche con una preparazione all’apparenza così easy.

frittata
canva

Cominciamo dall’ingrediente principale, con un errore che probabilmente molti commettono. Le uova devono essere sbattute, ma non massacrate. Apriamole in una ciotola e cominciamo a sbatterle con una forchetta oppure una frusta a mano. Ma questo è un lavoro da pochi secondi, nemmeno un minuto perché le uova non hanno bisogno di sfibrarsi,
La frittata non è un dolce, non ci serve che inglobino aria perché questo provocherebbe l’effetto contrario. Il risultato finale diventerebbe gommoso e anche un po’ duro, ma soprattutto servirebbe più tempo per cuocerla.
Altro errore gravissimo, fatto per noncuranza o semplice distrazione: mai cuocere gli altri ingredienti insieme alla frittata. Mi spiego meglio: se sono previsti spinaci o altre verdure, devono essere cotti in padella oppure bolliti prima di mescolarsi alle uova, fatti raffreddare, salati e pepati se la ricetta lo prevede. Solo a quel punto mescoliamo.

Cucinare la frittata perfetta, il trucco sta nella padella

Adesso passiamo all’altro elemento indispensabile per una frittata perfetta: la padella. La regola per un risultato ottimale prevede che alla fine sia alta poco più di un centimetro, quindi non una cosa esagerata. Quindi se useremo la padella delle dimensioni sbagliate, troppo stretta oppure troppo larga, quella che porteremo in tavola sarà una buona frittata ma non la migliore.
Una regola semplice è calcolare il diametro. Dal 22 ai 22 cm per una frittata con 4 uova, dai 26 ai 28 con per una con 8 uova, non è difficile. Se a tavola ci sono più di 6 persone e quindi una frittata con 8 uova non basta, cuciniamone due, non scegliamo una padella più larga anche perché poi diventerebbe difficile girarla.

frittata
canva

Quanto deve essere scaldata la padella prima di versare la frittata? In effetti molto: partiamo con l’olio, nel basta un cucchiaio scarso (ma se è una frittata piccola anche solo 1 cucchiaino) e con della carta assorbente da cucina spalmiamolo bene su tutta la base. Poi solo quando è bollente, versiamo la frittata.
Il tempo giusto per la frittata perfetta? Dipende dalla sua grandezza e dalla potenza dei nostri fuochi: diciamo almeno 4-5 minuti per il primo lato, poi capovolgiamola su un coperchio ma non rimettiamola subito. Rimettiamo il fuoco al massimo e solo allora possiamo rimettere la frittata dentro, abbassando a fuoco medio, altri 3-4 minuti.