E’ la carne più consumata ma secondo i macellai è il taglio peggiore

È una delle carni più consumate a livello mondiale dagli amanti della carne rossa eppure i macellai ci mettono in guardia su questo taglio.

Esiste un taglio di carne che spesso viene scambiato per un taglio nobile, ovvero quei tagli di carne più tenera e più gustosa. In realtà questo taglio assomiglia fortemente ad un taglio nobile molto conosciuto, il filetto, ma necessita di una cottura totalmente differente, pena un risultato molto deludente.

carne taglio peggiore
Photo CheDonna Canva

Scegliere la carne giusta in funzione della ricetta è il primo passo per deliziare il nostro palato e sancisce il successo del nostro piatto. Ci sono alcuni tagli di carne che richiedono una cottura prolungata ed altri che restano teneri sottoposti ad una cottura veloce in padella. La carne della quale vi parleremo oggi è una tra le più consumate al mondo. E’ un taglio della carne bovina ma è molto ingannevole.

Questo taglio assomiglia al filetto ma è pessima cucinata in padella

Basta scegliere il giusto taglio di carne per trasformare una grigliata qualunque in un vero capolavoro e questo vale anche per un buon ragù o un delizioso spezzatino.

Bisogna prestare particolare attenzione alla scelta del taglio giusto di questo alimento. Spesso ci affidiamo al nostro macellaio di fiducia per un consiglio sul taglio di carne perfetto per la ricetta che vogliamo realizzare. Qualche volta potrebbe capitare di acquistare della carne direttamente al supermercato già confezionata. In questo caso tornerà utile il trucco del dito per capire se la carne è fresca e buona.

carne consigli
Photo Canva

Sullo scaffale della macelleria potreste essere tratti in inganno. Esiste un taglio di carne bovina molto amato dagli amanti delle carni rosse, il filetto, il suo costo è abbastanza elevato e poi c’è l’occhio tondo, un taglio di carne situato tra la coscia e il gluteo del manzo, è un taglio di carne economico allo stesso tempo magro e moderatamente tenero che lo rende molto apprezzato.

Questo taglio assomiglia al filetto ma rispetto al filetto è una carne che resta molto più dura e si scioglie meno in bocca. Si presta meglio per ricette di arrosto e stufati ma non per la cottura in padella.

Per chi non si intende di carne questo è un papabile cattivo acquisto. Sebbene questo taglio di carne assomigli molto al filetto, cucinarlo come si cucinerebbe il filetto avrebbe un pessimo risultato. I macellai consigliano di prestare molta attenzione all’acquisto di questa carne, proprio in virtù della sua somiglianza col filetto.

Come cucinare la carne alla perfezione

Esistono dei trucchi per ottenere una carne cucinata alla perfezione in modo che resti tenera e succosa. Vi consigliamo di seguire scrupolosamente alcuni passaggi cruciali rivelati dagli esperti.

Innanzitutto ribadiamo il concetto dell‘importanza di scegliere il giusto taglio di carne in funzione alla ricetta che desideriamo preparare. Questo è necessario perché la consistenza della carne varia in funzione dei tempi di cottura. Scegliere il giusto taglio di carne significa anche prediligere della carne fresca che abbia un aspetto luminoso è un colore rosso lucido.

Altro consiglio: preparare la carne prima della cottura.
Una volta scelto il pezzo di carne ideale bisogna preparare la carne prima della sua cottura in modo da renderla il più possibile tenera. Spesso le carni più dure diventano tenere dopo una marinata al latte per esempio. Poche persone sanno che l’acidità del latte rende la carne meno compatta senza incidere sul suo gusto.

Mai cuocere la carne appena tolta dal frigo

Allo stesso modo la carne non andrebbe mai cotta appena tolta dal frigo ma bisognerebbe lasciarla riposare fuori frigo per almeno 30 minuti. Questo serve per dare modo alla carne di rilassare le fibre e quindi renderla più morbida.

Infine bisogna avere un occhio di riguardo per i diversi metodi di cottura della carne.
Questo significa per esempio che se abbiamo intenzione di friggere la nostra carne dobbiamo anche assicurarci che la cottura avvenga a fuoco vivo e che la carne scelta per questo tipo di cottura abbia un po’ di grasso in modo che sia più saporita.
Allo stesso tempo se si desidera arrostire la carne in forno bisognerebbe ricordarsi di irrorarla con i succhi di cottura di in modo da non farla seccare troppo.

Scegliere sapientemente il pezzo di carne e il modo in cui si desidera cuocerlo sono fondamentali per garantire il successo del vostro piatto