Tagliatelle con gamberi e guanciale, un abbinamento che non tradisce mai

Molto naturali, strepitosamente buone: le tagliatelle con gamberi e guanciale ci risolvono in poco tempo il problema della cena

Non c’è panna, non c’è salsa di pomodoro e nemmeno besciamella.

tagliatelle
canva

A noi piace preparare le tagliatelle con gamberi e guanciale assolutamente naturali perché così sono ancora più buone. Il classico primo piatto mare-monti alla portata di tutti.

Tagliatelle con gamberi e guanciale, buone anche riciclate

Le tagliatelle con gamberi e guanciale danno il loro meglio ancora calde. Se poi dovessero avanzare, un piccolo trucco: mettiamole in una piccola pirofila, aggiungiamo un po’ di burrata e lasciamole scaldare in forno per 10 minuti.

gamberi
canva

Ingredienti:
450 g di tagliatelle fresche
500 g di gamberi
100 g di guanciale
1 scalogno
1 carota piccola
2 pomodori maturi
1 limone
2 rametti di maggiorana
1 cucchiaio di amido di mais
1 bicchiere di vino bianco secco
30 g di burro
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale q.b.
pepe q.b.

Preparazione:

Peliamo lo scalogno e la carota, poi laviamoli e tritiamoli insieme. In un pentolino mettiamo anche a sbollentare i pomodori per un paio di minuti, giusto il tempo che ci serve per spellarli bene e senza difficoltà. Tritiamoli e teniamoli da parte.
Mentre mettiamo a bollire l’acqua per la tagliatelle, laviamo bene i gamberi, sgusciamoli e incidiamoli sul dorso per eliminare il filetto nero interno. Stacchiamo teste e gusci, poi mettiamo da parte pure questi.

Prendiamo una padella e lasciamo soffriggere dolcemente il trito di scalogno e carota con il burro e 2 cucchiai di olio extravergine, mescolando con un cucchiaio di legno. Dopo 10 minuti sfumiamoli con il vino bianco secco e aspettiamo che evapori.
A quel punto aggiungiamo la buccia grattugiata finemente di un limone non trattato, le foglioline di maggiorana, i pomodori a pezzetti. Aggiungiamo anche le teste e i gusci dei gamberi che avevamo tenuto da parte per insaporire.

Diamo una bella mescolata, copriamo con acqua bollente che arriva a filo e cuociamo a fiamma media fino a quando il fondo di cottura sarà ridotto della metà. Spegniamo e filtriamo con un colino a maglie larghe, schiacciando bene le teste e i gusci.
Poi rimettiamo questo brodo di gamberi sul fuoco, assaggiamo e regoliamo con sale e pepe. Aggiungiamo l’amido di mais per addensare e cuociamo ancora per 10 minuti, mescolando sempre con una frusta a mano fino a quando otteniamo una salsa densa e saporita.

Tagliamo il guanciale a dadini e mettiamoli a rosolare in una padella antiaderente senza olio né butto. Appena avrà perso il suo grasso, aggiungiamo i gamberi tagliati in due e lasciamoli cuocere per 3 minuti a fiamma vivace, regolando di sale e pepe.
Infine cuociamo le tagliatelle in abbondante acqua bollente salata, scoliamole al dentro direttamente nella padella con i gamberi e il guanciale. Insaporiamo con la salsa, diamo una mescolata e siamo pronti per andare a tavola.