Rendi morbidi e vellutati i tuoi piedi dopo l’estate con i rimedi a costo zero!

I piedi screpolati dopo l’estate sono un problema molto comune: ecco come farli tornare morbidi e vellutati in poche mosse!

La sabbia, il caldo, il vento e le scarpe aperte causano uno stress non indifferente alla pelle dei nostri piedi. Per questo motivo alla fine dell’estate ci ritroviamo con talloni ruvidi e pelle disidratata!

piedi screpolati estate
(Chedonna)

Anche se in determinati casi la situazione può sembrare tragica, non c’è bisogno di ricorrere a creme idratanti super costose o a trattamenti esclusivi da fare dall’estetista.

L’importante è conoscere i rimedi efficaci e il procedimento adatto per rimuovere la pelle vecchia e screpolata dai nostri piedi e aiutare la rigenerazione dell’epidermide.

Il procedimento corretto consisterà nell’effettuare uno scrub molto accurato, per rimuovere sia la pelle più dura (in corrispondenza di talloni ma anche di duroni e calli) nonché la pelle opaca che si è certamente formata sul dorso del piede e sulla dita.

Ecco allora come procedere a una totale rigenerazione dei piedi!

I trattamenti casalinghi (ed efficaci) per trattare i piedi screpolati dopo l’estate

La pelle screpolata è essenzialmente pelle estremamente secca, che quindi non è stata idratata a sufficienza. Lo strato più esterno è formato da cellule morte che andranno rimosse.

rimedi piedi screpolati estate
(Chedonna)

A questo scopo è un’ottima idea cominciare il trattamento per i piedi screpolati con un pediluvio.

Questo passaggio prevede di tenere i piedi in ammollo in acqua tiepida con alcuni cucchiai di bicarbonato e, se lo hai in casa, qualche goccia di olio profumato.

Dopo aver lasciato i piedi in ammollo per circa 20 minuti basterà tamponarli con un asciugamano di spugna e procedere a uno scrub.

Considerando che la pelle lasciata in ammollo nell’acqua è molto delicata, quindi bisognerà utilizzare uno scrub delicato e poca pressione quando andremo a trattare il dorso dei piedi e le dita.

A questo scopo si possono utilizzare senza problemi gli scrub anche economici che si trovano al supermercato. In alternativa li si può preparare da sole con le ricette per lo scrub fai da te!

Su calli e duroni, nonché sulla parte posteriore ed esterna del tallone sarà invece necessario intervenire con un metodo più aggressivo, quindi preferibilmente con una raspa o una pietra pomice.

Anche in questo caso non ci sarà bisogno di esercitare troppa pressione, perché il pediluvio renderà più semplice l’operazione di abrasione della pelle morta.

Dopo aver eseguito lo scrub sopra e sotto il piede si potrà lavare accuratamente i piedi e asciugarli.

A questo punto è il momento dell’idratazione che andrà “sigillata” nella pelle attraverso tre passaggi.

Innanzitutto si dovrà utilizzare una crema molto idratante e applicarla su tutta la pelle dei piedi avendo cura di farla assorbire bene.

Quando la crema sarà ormai asciutta si dovrà procedere a ungere il piede con un olio corpo come i classici olio di cocco, olio di aloe e olio di mandorla.

Questo impedirà alla crema di “evaporare”, intrappolando all’interno della pelle tutto il potenziale idratante della crema appena applicata.

Dal momento che i piedi potranno risultare piuttosto unti e appiccicosi a questo punto, li si potrà avvolgere in sacchetti di plastica (quelli della spesa o quelli per il freezer saranno perfetti) e lasciare in posa crema e olio per circa un’ora: sarà il momento perfetto per concedersi un po’ di meritato relax!

Una volta rimosse le buste di plastica i piedi saranno morbidi, lisci e vellutati. Se sarà necessario si potrà procedere a rimuovere l’olio lavando i piedi con pochissimo sapone e applicando un’altra piccola quantità di crema idratante.