“Archie in Africa poteva morire”: la drammatica rivelazione di Meghan

Nel suo recentissimo podcast “Archetypes”, Meghan ha fatto una rivelazione sconvolgente su Archie: fu in pericolo mentre si trovava in Africa insieme ai genitori.

All’epoca Harry e Meghan erano ancora working royals a tutti gli effetti. Date le origini africane della madre di Meghan e dato il profondissimo legame di Harry con il continente africano, la Corona aveva pensato che Harry e Meghan potessero fare un fantastico lavoro diplomatico.

meghan archie africa pericolo
(Chedonna)

Il viaggio in Africa andò piuttosto bene per la giovane coppia, ma già allora Meghan fece trapelare la propria infelicità. Durante una delle interviste che rilasciò in Africa, infatti, un giornalista chiese a Meghan: “Come sta, Duchessa?”.

A quella che sembrava una semplice domanda di circostanza Meghan decise di rispondere in modo pericolosamente personale: “Grazie di avermelo chiesto, nessuno lo fa mai” affermò la Duchessa.

Per moltissimo tempo si pensò che la verità dietro quella risposta fosse stata raccontata da Meghan nell’intervista con Oprah Winfrey. L’attrice ha sostenuto che stava soffrendo tantissimo per la mancanza di sostegno emotivo da parte della Famiglia Reale.

Evidentemente però c’era molto altro: Meghan ha deciso di rivelarlo proprio nel suo podcast.

Archie è stato in pericolo in Africa: la (vera?) storia di Meghan

All’epoca del viaggio in Africa dei suoi genitori Archie aveva pochissimi mesi. Per questo motivo, mentre Harry e Meghan erano impegnati nelle loro visite ufficiali, il bambino rimaneva nell’appartamento dove risiedevano i Sussex, affidato a una tata del luogo.

meghan harry archie lili
(Pinterest)

Proprio la tata africana di Archie è il personaggio chiave della storia che Meghan Markle ha raccontato nel suo podcast.

Sembra infatti che, mentre Harry e Meghan erano fuori casa, nella camera in cui dormiva il bambino si sviluppò un incendio. Le tende presero fuoco e – come ha spiegato Meghan – non c’era alcun impianto antincendio che potesse attivarsi per spegnerle.

Se il bambino si fosse trovato davvero in quella stanza sarebbe stato in gravissimo pericolo ma, per fortuna, la tata aveva deciso di portarlo con sé mentre andava in cucina a prendere dell’acqua.

Per questo enorme colpo di fortuna, Archie non si trovava nella stanza mentre l’incendio scoppiava.

Ovviamente Harry e Meghan vennero informati subito dell’accaduto e, tornando a casa il prima possibile, hanno potuto riabbracciare il bambino rimasto incolume e ringraziare la tata.

Stando a quello che Meghan ha raccontato nel corso della prima puntata del suo Podcast, questo episodio la ferì profondamente per una serie di motivi.

Innanzitutto – com’è comprensibile – fu spaventata a morte dalla notizia che Archie fosse stato in grave pericolo. Oltre a questo però la Duchessa ha parlato di quanto fosse insensibile e inumano il comportamento della Famiglia Reale in quel frangente.

Gli impegni dei giorni successivi di Harry e Meghan, infatti, furono mantenuti senza alcuna variazione di orario o di programma. La madre di Archie ha spiegato che per lei fu difficilissimo lasciare il suo bambino e non poter rimanere con lui un po’ di più a causa del fittissimo programma di impegni.

Quello che avrebbe desiderato, da parte della Royal Family, sarebbe stato un po’ di comprensione in più per il suo stato d’animo e il permesso di rimanere vicino al bambino per un po’.

Per quanto questa storia possa essere davvero toccante per tutte le mamme del mondo, purtroppo molte persone hanno messo in dubbio la storia raccontata da Meghan sul pericolo che Archie ha corso in Africa nel 2019.

Tutti si chiedono per quale motivo questo episodio non sia mai stato svelato prima e perché Meghan abbia deciso di parlarne proprio ora.

Bisogna inoltre specificare che il podcast di Meghan non era un monologo. Al contrario si trattava di un dialogo tra due persone, come avviene quasi sempre in questo tipo di formato.

L’ospite di Meghan in questo caso è stato Serena Williams, la famosissima campionessa di tennis. Teoricamente il podcast avrebbe dovuto raccontare la storia di Serena e la sua esperienza nel combattere gli “stereotipi” in cui le donne vengono incasellate (Archetypes significa proprio “stereotipi” ed è una parola che Meghan voleva addirittura “comprare”).

Parlare per la prima volta di una storia così grave durante un dialogo con un’altra persona significa rubare completamente la scena e, per i detrattori di Meghan, la Duchessa non era davvero interessata a “far brillare” la sua amica. Cercava solo un pretesto per tornare a far parlare di sé, forse addirittura inventando una storia drammatica su suo figlio.