Questa è la giusta impostazione dell’aria condizionata in estate

Il caldo torrido è davvero insopportabile e spesso per trovare refrigerio usiamo il condizionatore ma facciamo tutti lo stesso errore.

Il caldo si fa sentire ed il condizionatore è diventato uno dei nostri migliori amici. Ci da sollievo, ci rigenera, grazie a lui ritroviamo comfort e benessere. Il problema è che la maggior parte di noi non usa il condizionatore in modo responsabile e questo incide negativamente sulla salute oltre che a livello di consumi energetici e di tutela ambientale.

impostazione aria condizionata
Photo Canva

Forse non sai che esiste una temperatura ideale e dovresti impostare sempre il tuo condizionature a questa temperatura in estate per un suo utilizzo ottimale e salutare. Scopri anche come avere la casa fresca SENZA aria condizionata!

La temperatura ideale del condizionatore in estate

Spesso accendiamo l’aria condizionata impostando la funzione freddo e la temperatura gradita senza tenere minimamente conto di tutte le altre impostazioni del telecomando. L’evoluzione tecnologica ha dato nascita a dispositivi di condizionamento con funzioni che si adattano perfettamente ad ogni nostra esigenza. Una funzione in particolare evita persino problemi respiratori eppure tutti la ignorano ed è il deumidificatore, che riducendo l’umidità percepita riduce anche il caldo che si sente.

aria condizionata estate
Photo Canva

Facciamo il punto sugli errori comuni che interessano l’uso del condizionatore:

Temperature troppo basse quando fuori fa troppo caldo

Sicuramente qualche volta hai impostato anche tu una temperatura bassa del condizionatore sperando di raffreddare prima la casa. Questo gesto è completamente inutile per il raggiungimento del tuo obiettivo, aumenta solo la bolletta dell’energia. Senza contare che questa brutta abitudine può generare uno shock termico dannoso per la salute.

Dovresti impostare la temperatura del condizionatore tra 25° C e 26°C se fuori ne conta 30-31, lasciando 5°C di differenza tra la temperatura interna ed esterna.

Tenere il condizionatore acceso tutto il giorno

Molte persone tengono il condizionatore acceso tutto il giorno. Sicuramente la casa resta sempre fresca ma questa frescura ha un costo notevole sulla bolletta energetica. Oltre al dispendio energetico si dovrebbe considerare che il condizionatore asciuga molto l’aria, il che danneggia la salute. Il telecomando dispone di molte funzioni tra cui quella della programmazione dell’accensione rapportata al termostato collegato. Ciò consente di far spegnere il condizionatore quando la temperatura raggiunge quella desiderata e farlo riaccendere con uno scarto di qualche grado. Inoltre di notte l’aria si rinfresca e si potrebbe usare questo condizionamento naturale favorendo qualche corrente d’aria.

Accendere il condizionatore con porte e finestre aperte

Spesso ci si dimentica del condizionatore acceso e si aprono porte e finestre. Non appena lo facciamo l’aria calda invade la stanza refrigerata, aumenta l’umidità spinge fuori il fresco. Questo errore non consente di usufruire di un adeguato programma di impostazione temperatura.

Non pulire il condizionatore

Infine l’utilizzo ottimale di questo dispositivo richiede una corretta manutenzione e una pulizia periodica dei filtri almeno a cadenza annuale.