La tinta ice blond di Federico Fashion Style sarebbe top su di te? Scoprilo!

I capelli biondo freddo sono la tendenza del momento secondo Federico Fashion Style: chi dovrebbe assolutamente tingerli così?

Quando un colore diventa di moda, per un motivo o per un altro, tutte siamo tentate di precipitarci dal parrucchiere e chiedere una tinta. Se in certi casi potrebbe andare benissimo, in altri potrebbe trattarsi di un vero disastro. Nel caso del biondo freddo (o biondo platino) il disastro è davvero dietro l’angolo.

capelli biondo freddo
(Chedonna)

Il biondo freddo o ice blond, come lo chiama Federico, è una tonalità di biondo privo di giallo o di arancio, quindi molto simile al grigio e al bianco.

Si tratta quindi di un colore estremamente luminoso, che però bisogna saper portare e trattare nella maniera giusta.

Per fare un po’ di storia, il biondo freddo è in pratica il biondo platino di Marilyn Monroe e di tutta quella generazione di dive anni Cinquanta che ha fatto la storia del cinema.

Se i capelli di Marilyn erano in realtà quasi bianchi, però, non è detto che si debba arrivare a quegli estremi: il biondo freddo può essere indossato in tante varianti di intensità!

A chi sta bene il biondo freddo?

Come l’armocromia ci ha insegnato, i colori freddi stanno bene principalmente alle donne con il sottotono freddo, cioè alle donne dalla pelle rosata e non dorata.

capelli biondo platino
(Collage da Pinterest)

Il sottotono freddo si caratterizza per ombre del viso (come le occhiaie) e vene blu/violacee. Viene esaltato da blush e rossetti rosa, mentre sta molto male con colori più caldi come il pesca.

Quindi, se abbiamo il sottotono freddo possiamo trasformarci in una novella Marilyn senza timore: staremo sicuramente bene.

Se invece abbiamo un sottotono caldo è il caso di approcciare al biondo freddo con moderazione. Una delle mosse principali da fare è di scegliere un biondo non troppo chiaro, che quindi mantenga alcune delle note calde del giallo (evitando però accuratamente quelle arancioni, altrimenti non si potrà più parlare di “biondo freddo”).

Sempre per equilibrare i colori, il consiglio è di utilizzare colori di make up molto neutri e naturali, tralasciando per qualche tempo i colori troppo intensi o troppo caldi, come appunto il pesca e l’arancio.

Uno dei grandi problemi del biondo freddo è l’effetto fantasma. Se abbiamo una pelle molto chiara, quasi trasparente e bianca, colorare i capelli di biondo freddo potrebbe letteralmente far sparire il colore dal nostro volto. Se alcune donne stanno benissimo, altre sembrano improvvisamente più pallide, smagrite e addirittura poco in salute!

attrici biond
(collage da Pinterest)

Per evitare questo effetto sarà fondamentale optare per un accurato contouring del viso, magari leggero (e a questo scopo il blush contouring è fenomenale) e puntare su occhi o labbra dal trucco intenso.

Se invece è l’età a preoccuparci, niente paura: il biondo freddo riflette benissimo la luce intorno al viso, quindi ha la meravigliosa proprietà di minimizzare tutte le ombre, le rughe e le imperfezioni del viso. Sembreremo immediatamente più giovani, con una pelle più compatta e uniforme.

Le ragazze giovane sembreranno letteralmente delle bambole, mentre le donne già adulte si sentiranno immediatamente più belle con capelli di questo colore: vale sicuramente la pena fare un tentativo!

Infine, un consiglio di manutenzione: non c’è nulla di più brutto del biondo freddo che ingiallisce! Per evitare che una bionda chioma di platino si trasformi in un covone di paglia sarà necessario evitare l’ingiallimento con prodotti appositi come lo shampoo viola. 

Questi prodotti, appositamente studiati per evitare l’ingiallimento dei capelli causata dall’ossidazione, sono perfetti per mantenere i capelli belli, chiari e splendenti come appena usciti dal salone del parrucchiere!