Blush Contouring o draping: il contouring perfetto per la primavera

La primavera non è fatta per il contouring classico, che in una giornata soleggiata può creare l’orrendo “effetto mascherone”: molto meglio optare per il blush contouring, una versione semplificata, soft e naturale della tecnica standard.

Blush contouring
(Pexels)

Il contouring è una tecnica estremamente raffinata con la quale moltissime donne in tutto il mondo, soprattutto negli ultimi anni, hanno imparato a creare sapienti effetti di ombre e luci sul volto, al fine di “scolpire” i connotati e talvolta minimizzare difetti e asimmetrie.

Il contouring tradizionale normalmente si realizza con terre o fondotinta di vari colori. Generalmente ne bastano due: uno più chiaro per creare le luci uno più scuro per realizzare le ombre.

Purtroppo, come sempre accade quando è in voga una certa tecnica di make up, molte donne cominciano a utilizzarla sempre, talvolta anche in maniera eccessiva o inadatta alla forma del loro viso o alla texture della loro pelle.

Anche quando è eseguito in maniera corretta, però, il contouring è comunque una tecnica che restituisce ottimi risultati in video o in foto ma che risulta sempre artificiale e posticcia dal vivo, soprattutto in pieno giorno.

Per questo motivo imparare a usare il blush come strumento di contouring è la scelta perfetta per la primavera e per trascorrere le prime giornate all’aria aperta.

Il contouring leggero e naturale da fare con il blush

blush come sceglierlo e applicarlo
Adobe Stock

Anche per il blush contouring la base della tecnica è sempre la stessa, cioè la corretta applicazione di due prodotti dal colore differente. Fondamentalmente uno più scuro sarà utilizzato al di sotto dello zigomo uno più chiaro al di sopra dello zigomo.

Look extra naturale

Esattamente come per gli ombretti è necessario applicare prima il blush più chiaro e successivamente, soprattutto se si utilizza lo steso pennello, si dovrà applicare il blush più scuro.

blush contouring
(Pixabay)

Una tecnica pressoché infallibile per realizzare correttamente questo trucco è utilizzare un pennello piatto da phard sovrapporre leggermente le due pennellate, che dovranno essere date partendo dalla gota e dirigendo il pennello verso le tempie.

pennello blush
(Sephora)

In questo modo lo stacco tra i due colori sarà meno evidente e sarà molto più semplice procedere alla sfumatura, che naturalmente dev’essere assolutamente impeccabile per ottenere l’effetto naturale che è il vero obiettivo di questo trucco.

La sfumatura può essere eseguita con il pennello o con una spugnetta da blending, per ottenere più preciso e “spingere” il prodotto ad aderire meglio alla pelle.

Zigomi forti e volto sottile

Per un blush contouring più scolpito si dovrà invece utilizzare il blush più scuro (ma comunque simile al colore della pelle) in “verticale” scurendo la parte inferiore della tempia e l’incavo della guancia. Il prodotto più chiaro e pigmentato andrà invece utilizzato per dare colore alle gote, quindi steso principalmente sullo zigomo.

Blush contouring viso rotondo
(Pixabay)

Giocando bene con le ombre sarà possibile affinare un viso paffuto o rotondo, scolpendo le guance ma mantenendo comunque un impatto molto naturale

Sguardo magnetico

Attirare l’attenzione su un trucco occhi molto elaborato è una strategia che si adotta principalmente in inverno, quando ci si può sbizzarrire con complesse strutture di colori senza rischiare che si sciolga tutto a causa del caldo.

contouring blush occhi
(Pixabay)

Anche se in primavera tendiamo a utilizzare meno prodotti sugli occhi o comunque a realizzare trucchi più naturali, si può comunque utilizzare il contouring per sottolineare lo sguardo e “guidare” l’attenzione dell’osservatore verso la parte alta del viso.

Per farlo è necessario utilizzare il blush scuro sulle tempie, all’altezza degli occhi. Il blush più chiaro verrà utilizzato per dare colore agli zigomi e sottolineare ulteriormente il colore e la brillantezza degli occhi.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti