Tagliolini con ragù di spada alla mediterranea: praticamente imbattibili

Pasta fresca, pesce fresco, sapori intensi e genuini: questo è il grande vantaggio dei tagliolini con ragù di spada alla mediterranea

Una forchettata tira l’altra, un boccone chiama l’altro. Perché quando siamo di fronte ad un concentrato di sapori come i tagliolini con ragù di spada alla mediterranea, c’è poco da fare: dobbiamo staccare tutto e concentrarci solo sul piatto.

Tagliolini con ragù di spada
canva

Un primo che ha tutto il mare dentro, facilissimo e velocissimo da preparare, buonissimo da mangiare. Prima di passare alla ricetta, un solo consiglio: il pesce fresco dovrebbe essere consumato subito. Se lo lasciamo in frigorifero, laviamolo sotto l’acqua corrente e asciughiamolo con un canovaccio pulito prima del freddo.

Tagliolini con ragù di spada alla mediterranea, bianchi o rossi?

Abbiamo scelto la versione bianca dei tagliolini con ragù di spada alla mediterranea. In alternativa, possiamo aggiungere 400 grammi di pomodori pachino o perini, semplicemente lavati e tagliati a spicchi quando cuociamo il tonno.

tagliolini
canva

Ingredienti (per 4 persone):
450 g di tagliolini all’uovo freschi o secchi
500 g di pesce spada a fette
50 g mollica di pane integrale
1 limone non trattato
3 cucchiai di pinoli tostati
2 cucchiai di olive verdi denocciolate
1 ciuffo di prezzemolo
1 scalogno
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 dl di di vino bianco secco
sale q.b.
pepe q.b.

Preparazione: tagliolini

Mentre mettiamo a bollire l’acqua per la pasta possiamo già pensare a preparare il condimento. Prendiamo le fette del pesce spada, eliminiamo la pelle e poi tagliamolo a cubetti. Quanto grossi? Dipende dai nostro gusti ma anche da chi lo mangia: se ci sono bambini, sempre meglio pezzetti piccoli.
Poi spelliamo lo scalogno, tritiamolo finemente e mettiamolo a rosolare in un’ampia padella con un filo di olio. Quando lo scalogno comincia a prendere colore, aggiungiamo i cubetti di pesce e lasciamoli dorare a fiamma alta, muovendo la padella senza girarli.
Dopo un paio di minuti aggiungiamo la scorza grattugiata finemente di mezzo limone non trattato. Sfumiamo subito con il vino bianco e lasciamolo evaporare. A quel punto regoliamo di sale e con qualche macinata di pepe. Poi spolverizziamo con il prezzemolo tritato e spegniamo.
Quando l’acqua comincia a bollire, saliamo e caliamo i tagliolini. Se abbiamo scelto quelli freschi basteranno davvero pochi minuti (con quelli secchi calcoliamo almeno 5 minuti in più) per arrivare al dente.
Scoliamoli, tenendo un po’ di acqua della loro cottura, direttamente nella padella con i cubetti di tonno e riaccendiamo il fuoco. Allunghiamolo con un mestolo di acqua della pasta e facciamo insaporire per un minuto. Intanto in un padellino tostiamo i pinoli con un filo d’olio insieme alla mollica pane integrale per 3-4 minuti.
Infine uniamo pinoli e mollica nella padella con i tagliolini e il tonno. Completiamo con le olive tagliate a rondelle, un giro d’olio extravergine ed è tutto quello che ci serve