Insalata di riso al sapore di mare, mette la voglia di mangiarla subito

Non la solita insalata di riso, ma un vero trionfo di mare: oggi prepariamo l’insalata di riso al sapore di mare, semplicemente deliziosa

Insalata di riso sì, ma non quella classica. Questa volta puntiamo sul mare e su un primo piatto freschissimo in tutti i sensi: l‘insalata di riso alla pescatora è geniale e buonissima, anche da portare in spiaggia.

insalata di riso
adobestock

Come spesso succede con le nostre ricette, questa è solo un’idea perché possiamo variare pesce e molluschi secondo i nostri gusti o quello che troviamo al mercato. Arselle, fasolari, tonno o salmone fresco, va tutto bene.

Insalata di riso al sapore di mare tutti i segreti

L’insalata di riso alla pescatora può essere conservata in frigorifero al massimo per un paio di giorni, coperta bene da pellicola o in un contenitore ermetico

riso
canvaricetta

Ingredienti:
400 g riso Arborio o Carnaroli
600 g polpo
500 g vongole
400 g cozze
100 g gamberi
250 g seppie
1 ciuffetto di prezzemolo
200 g pomodorini datterini
2 spicchi di aglio
1 limone
olio extravergine d’oliva q.b.
sale fino q.b.
pepe nero q.b.

Preparazione:

Andiamo in ordine partendo con pesce e molluschi. Prendiamo il polpo, laviamolo sotto acqua eliminando anche il becco e cuociamolo in acqua salata. Prima immergiamolo più volte dalla parte dei tentacoli per arricciarli, poi lasciamolo cuocere per 45 minuti fino a quando diventa morbido anche se compatto.

Quando è pronto, lasciamolo raffreddare e tagliamolo a pezzi non troppo piccoli perché nel piatto si deve vedere bene. Poi teniamo da parte e pensiamo al resto.
Dopo avere spurgato le vongole e le cozze, lasciandole immerse in una bacinella piena d’acqua cambiata più volte, prendete una grande padella antiaderente.

Mettiamo uno spicchio di aglio e un filo d’olio, aggiungiamo le vongole e le cozze, poi accendiamo a fiamma medio per almeno 10 minuti con il coperchio. I molluschi devono aprirsi tutti e quelli che non lo fanno buttiamoli senza pensarci. Sgusciamo le cozze e le vongole, raccogliendo il liquido dopo averlo filtrato e teniamolo da parte.

Passiamo alle seppie: puliamole svuotando la sacca dalle interiora, eliminiamo gli occhi e il rostro in mezzo ai tentacoli. Tagliamo le seppie a striscioline e teniamo anche queste da parte. Poi prendiamo una padella, con l’altro spicchio di aglio e 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva. Versiamo le seppie e sfumiamole con un mestolo del liquido filtrato di cozze e vongole. Lasciamo cuocere per 7-8 minuti e verso la fine aggiungiamo il prezzemolo tritato. Spegniamo e mettiamo da parte pure queste.

Sgusciamo i gamberi immergendoli per 5 minuti in acqua bollente. Poi eliminiamo la testa e aggiungiamoli alle seppie. Facciamoli andare insieme per 3 minuti, allungando ancora con un po’ di liquido dei molluschi e spegniamo.
Cuociamo il riso in acqua salata e scoliamolo al dente versandolo in una ciotola capiente con un filo di olio extravergine per non farlo attaccare. A questo punto possiamo comporre la nostra insalata di riso alla pescatora.

Aggiungiamo nella ciotola con il riso prima cozze e vongole, poi le seppie con i gamberi (insieme al loro sughetto) e infine il polpo. Condiamo ancora con un filo di olio, poco sale, qualche macinata di pepe fresco e dell’altro prezzemolo tritato finemente. Infine i pomodorini lavanti bene e tagliati in quattro. Mescoliamo bene e portiamo in tavola.