Gli errori da non fare in estate con i capelli ricci che diventano subito crespi

Ci sono alcuni errori da non commettere mai con i capelli ricci, mentre alcuni sono da evitare soprattutto in estate: ecco quali!

I capelli ondulati, ma soprattutto i capelli ricci, risultano davvero difficili da gestire, poiché hanno bisogno di molte attenzioni particolari. Le difficoltà si generano soprattutto quando si desidera “tenere a bada” i riccioli facendo in modo che non si trasformino in una massa crespa e senza forma.

errori capelli ricci estate
(Chedonna)

La ragione principale per cui i capelli in estate diventano crespi è che i capelli trattengono l’umidità dell’aria, quindi più l’aria è umida più acqua i capelli assorbono dall’atmosfera.

Questo ovviamente fa sì che i capelli perdano le piega e la texture che avevamo creato con tanta attenzione si alteri velocemente, rovinando l’acconciatura.

Per evitare che i capelli diventino rapidamente crespi è necessario evitare che assorbano molta acqua dall’atmosfera. Per farlo si possono adottare varie tecniche, ma è sicuramente più efficace adottare una combinazione di esse per essere certe di raggiungere l’obiettivo.

Tutti gli errori da non commettere quando trattiamo i capelli ricci in estate

Esattamente come accade con le spugne, c’è un limite alla quantità di acqua che i capelli possono assorbire. Questo significa che se i capelli sono già bene idratati assorbono meno umidità.

errori capelli ricci estate
(Canva)

Inoltre, mantenere la superficie del capello solida, forte e compatta significa ostacolare la penetrazione dell’acqua dall’esterno all’interno del capello.

Questo significa, in pratica, che i capelli molto danneggiati, molto sfibrati e molto disidratati diventano crespi più facilmente.

Ecco gli errori da non commettere per evitare di arrivare a questa situazione.

  • Asciugare i capelli con il phon troppo caldo

Come sappiamo, le alte temperature danneggiano i capelli e, per questo motivo, è sempre fondamentale limitare il tempo in cui i capelli vengono esposti al phon e alla piastra.

Per questo motivo la scelta migliore in estate è far asciugare i riccioli all’aria. In questo modo lo stress termico nei confronti dei capelli sarà ridotto davvero al minimo.

  • Lavare i capelli troppo frequentemente 

In estate sudiamo molto, quindi può essere necessario fare anche uno shampoo al giorno. Se diventa necessario adottare una misura del genere il consiglio è di utilizzare uno shampoo molto delicato applicare sempre il balsamo.

In questo modo si contrasteranno gli effetti disidratanti dei lavaggi eccessivi.

  • Usare acqua troppo calda

L’acqua molto calda ha un fortissimo potere sgrassante, quindi è in grado di sciogliere il sebo che copre i capelli e il cuoio capelluto. Anche se un eccesso di sebo appesantisce i capelli bisogna sempre ricordare che una normale quantità di sebo protegge la chioma.

Soprattutto se laviamo i capelli molto spesso è fondamentale utilizzare acqua tiepida per non eliminare una quantità di sebo eccessiva.

Vale la pena di specificare una cosa: anche i capelli grassi hanno bisogno di essere nutriti e idratati perché, esattamente come accade per la pelle, il fatto che sulla superficie dei capelli sia presente uno strato di sebo non significa che i capelli siano nutriti in profondità.

  • Non idratare i capelli a fondo

Se evitare di disidratare i capelli è fondamentale, è altrettanto importante procedere a idratare regolarmente i capelli molto a fondo.

Se è importante applicare il balsamo a ogni lavaggio è necessario anche procedere a un vero e proprio trattamento d’urto una volta o due ogni settimana. 

Per farlo sarà necessario applicare una maschera nutriente, lasciarla agire, risciacquare e applicare una piccola quantità di balsamo su tutti i capelli e sciacquare di nuovo.

In questo modo i siliconi contenuti nel balsamo “sigilleranno” l’idratazione assicurata dalla maschera all’interno del capello. Il pericolo ovviamente è che i capelli risultino piuttosto appesantiti da questo trattamento. L’importante è sciacquare sempre molto bene la chioma con acqua tiepida per evitare di lasciare residui di prodotto.