Il taglio a farfalla ci aiuterà ad essere sbarazzine, ma naturali

Il taglio a farfalla è l’ultima frontiera dell’asimmetria ed è quello di cui abbiamo bisogno in questa primavera. 

Si dice che quando una donna vuole cambiare vita in genere parta proprio dai capelli.

taglio a farfalla
Pinterest Photo

Ed in effetti è vero. Cambiare drasticamente forma, colore, taglio spesso equivale a cambiare prospettiva, cercare nuovi equilibri, nuovi stimoli.

Per cambiare testa bisogna partire dall’involucro, potremmo dire. E così in questa primavera abbiamo deciso di abbandonare quel che conoscevamo, per virare verso qualcosa di nuovo, originale, fresco.

Ecco che questa quindi è l’era dei tagli – non tagli, dei capelli spettinati di proposito, delle forme asimmetriche che trovano proprio nella loro diversità il loro punto di forza.

E poi, adesso che lo smart working ha lasciato il posto al ritorno in ufficio, che siamo ritornate alla frenesia di una volta, abbiamo salutato le pantofole, per riabbracciare il nostro tailleur preferito, abbiamo bisogno di chiome “autogestite”, che sappiano controllarsi da sole, senza bisogno di troppi accorgimenti.

Il tempo è poco, la voglia di apparire sempre al meglio – pur restando naturali il più possibile – è davvero tanta.

Ecco che quindi spopolano i tagli sbarazzini, quelli privi di schemi, originali all’ennesima potenza.

Accogliamo con gioia il bixie, il caschetto corto sfilacciato che ci catapulta ai tempi di una Mag Ryan trentenne. Diciamo sì anche al mixie – la somma del pixie più il mullet – un taglio audace asimmetrico.

Ma possiamo abbracciare anche la filosofia del lily cut, il famoso “taglio a giglio”, il cugino dello shag, ma meno omogeneo e rigorosamente con frangia.

Tra il mare magnum di tagli, scalature, simmetrie (e asimmetrie) ecco arrivare direttamente da Hollywood il butterfly haircut, per noi taglio a farfalla. Ma di cosa si tratta? Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Taglio a farfalla: tutto ciò che c’è da sapere

Sappiamo che è mosso, scalato e glamour e già questo basta a renderlo la tendenza per eccellenza del 2022.

taglio a farfalla
Pinterest Photo

Ma se non ti bastasse, sappi che il butterfly haircut – taglio a farfalla – è uno dei tagli preferiti delle celeb di tutto il mondo.

Un esempio? Eva Longoria, l’esempio vivente dei 40 – anzi, quasi 50 potremmo dire – che sono i nuovi 20.

Se ti sembra di averlo già visto, non sbagli affatto. Trattasi infatti di una reminiscenza degli anni ’70. All’epoca lo avevamo visto sfoggiare a Farrah Fawcett, che è diventata poi solo la prima di una lunghissima lista.

Ma in cosa consiste esattamente questo taglio? Nel trasformare la tua chioma in un insieme infinito di lunghezze: sarà così più corta davanti, media al centro e lunga dietro. L’effetto quindi è quello di una farfalla che apre piano piano le sue ali.

E la riga? Possiamo scegliere di portarla al centro, oppure leggermente laterale, dipende tutto dal nostro viso e da come ci sentiamo a nostro agio, fermo restando che nel secondo caso la chioma potrà apparire leggermente più voluminosa.

Ma siamo sicure che stia bene a tutte le donne? Non esattamente. Nel senso che sta meglio su chi ha i capelli molto sottili, mossi oppure lisci. Resta invece sconsigliato per chi ha una chioma molto folta, oppure molto riccia.

Questo taglio infatti renderà i tuoi capelli vaporosi, quindi se già lo sono per natura, potrebbe diventare eccessivo.

Questo taglio, però, può diventare strategico. Nel senso che può diventare un valido alleato per le donne che vorrebbero stravolgere il loro look passando da un capello lungo ad un caschetto, ma non hanno il coraggio di farlo.

Ecco che quindi arriva in loro soccorso il taglio a farfalla, che possiamo definire in questo caso un passaggio graduale dal lungo al medio – corto.

Le ciocche dietro, infatti, saranno abbastanza lunghe da coprire parte della schiena, mentre quelle davanti potranno ricordare non troppo vagamente un lob e metteranno così in risalto i lineamenti.

Se non conosci il lob e vuoi sapere di cosa si tratta esattamente, ecco la nostra guida.

Avrai quindi l’illusione di aver stravolto il tuo look, ma senza averlo fatto nella pratica, ma almeno ti aiuterà ad abituarti al cambiamento.

Passiamo a questo punto ad un dubbio amletico? Frangia o non frangia, questo è il dilemma. In effetti sappiamo che questa sposa alla perfezione questo taglio. Ma quale scegliere? Una a tendina ad esempio, oppure una laterale. 

Detto ciò, ricordiamoci che questo taglio è perfetto soprattutto se è mosso. Come fare a crearlo a casa?

Semplicemente usando un ferro, oppure un cono arricciacapelli dal diametro medio. Vogliamo infatti delle onde molto semplicemente, che ci aiuteranno ad avere un’allure naturale.