Ecco la tendenza hair che ti farà sembrare più giovane in poche mosse

La nuova tendenza hair del 2022? I babyhilights, capaci di farti sembrare più giovane in poche mosse, senza però stravolgere il tuo look.

Vuoi sembrare più giovane? Parti dai capelli. Ebbene sì, possiamo fare trattamenti per la pelle, scatenarci con beauty routine serrate, ma è la nostra chioma che può cambiare la percezione che abbiamo – e che gli altri hanno – di noi stesse.

tendenza hair
Pinterest Photo

I capelli circondano il nostro viso, ne diventano il contorno e quindi possono in qualche modo condizionarlo e modificarlo.

E poi siamo ormai in primavera inoltrata, l’estate è sempre più vicina, chi non vorrebbe brillare?

Ecco che arriva in nostro soccorso l’ultima tendenza hair, che ci illumina come se ci fossero perennemente raggi del sole nei paraggi e ci toglie almeno 10 anni (anche di più).

Di cosa parliamo? Delle babylights, dei colpi di sole 3.0, che però dobbiamo stare attente a non confondere né con lo shatush, né tantomeno con il balayage, divenuto ormai molto richiesto.

La differenza tra le tre colorazioni è sostanziale. Il balayage prevede delle schiariture irregolari nel senso stretto: alcune possono partire dalla radice, altre dalla metà del capello e così via.

Ovviamente quindi possono essere create ad hoc sulla persona e sono ideali soprattutto sui capelli mossi, ricci e scalati.

Lo shatush, invece, è una schiaritura graduale: si parte da un colore scuro per arrivare ad un colore sempre più chiaro.

A differenza della tecnica precedente, quindi, questa è molto simmetrica e deve essere effettuata da professionisti con grande cura, perché non deve esserci alcuno stacco netto, ma la colorazione deve essere uniforme. Questa, infatti, è perfetta soprattutto su chi ha un taglio pari.

I babyhilights, invece, sono delle mèches vere e proprie, ma più sottili del normale e quindi il risultato finale sarà molto naturale.

Trattasi quindi di una tecnica di colorazione verticale che unisce tradizione – prende spunto infatti da quelle tipiche degli anni ’80 – ma a cui coniuga l’innovazione, dal momento che, come abbiamo appena detto, lo spessore cambia notevolmente.

L’effetto finale? Un viso luminoso, raggiante, molto più giovane. Il nome, infatti, trae ispirazione da “baby” e si riferisce sia al formato delle schiariture, sia all’effetto che vuole ricreare (ovviamente in senso lato).

Ma come si realizza questa tendenza hair? Te lo diciamo noi.

Tutto sulla nuova tendenza hair del 2022

Partiamo subito dicendo che questa tendenza hair è riuscita a convincere anche celeb come Margot Robbie e Gwyneth Paltrow, probabilmente proprio per il loro potere illuminante.

tendenza hair
Pinterest Photo

A chi è indicata? A chi vuole schiarire i capelli, ma non troppo e desidera quindi che l’effetto finale sia delicato. Oppure a chi vorrebbe un cambio di look più strong, ma vuole arrivarci in maniera graduale.

Infatti, come abbiamo anticipato, la tecnica delle babylights consiste nel prendere ciocche sottilissime, ma molto ravvicinate tra loro, così da ottenere un effetto fluido, molto naturale, senza stacchi cromatici.

C’è un altro punto di forza di questa tendenza hair: grazie alla sua tridimensionalità ed al gioco di luci ed ombre, i capelli sembreranno più folti e voluminosi.

A chi è adatta quindi? A tutte le donne, anche a quelle che hanno i capelli liscissimi e molto sottili e fini, anche se dobbiamo ammettere che sono perfetti soprattutto sui capelli medio – lunghi.

Inoltre, come abbiamo già abbondantemente anticipato, questa tendenza hair ha una naturale azione anti – age: ringiovanisce proprio grazie alla vitalità che conferisce al viso.

Se vuoi conoscere poi anche altre colorazioni che hanno lo stesso potere, eccone qui alcune.

Inoltre è possibile effettuare questa tecnica su tutti i colori. Possiamo virare verso un colore caldo, ma anche verso pigmenti freddi, tutto dipende all’incarnato e dal sottotono della pelle.

Sui capelli castani, ad esempio, è possibile scegliere sia un biondo, che un rossiccio: tutto dipende dall’effetto finale che vogliamo ottenere.

Nel primo caso, avremo un effetto molto più dolce, mentre nel secondo di sicuro l’effetto finale sarà più rock.

Sui capelli rossi, possiamo propendere per un biondo che illumini il viso, facendo però attenzione a scegliere una gradazione che si adatti al tipo di base.

Sul biondo si apre un capitolo lunghissimo: tutto dipende da quanto è caldo il colore da cui partiamo. Possiamo puntare al miele, al biondo platino, al grigio e così via.

C’è poi anche un altro colore molto richiesto quando parliamo di babylight: il rosa. Di sicuro questo è molto appariscente e lo è molto di più di tutte le nuance che abbiamo menzionato, quindi è adatto a chi non ha paura di osare.

Quale nuance di rosa scegliere? Una pastello, oppure una molto accesa. Audacia è la parola d’ordine.