Tutti i segreti sulla cipria: ecco la verità su come si sceglie

La cipria è un elemento fondamentale del nostro make up quotidiano, ammettiamolo, ma ha dei segreti che devi conoscere per poter scegliere quella giusta. Ecco quali sono.

Coprire, fissare, illuminare: gli scopi della cipria sono davvero tantissimi. Possiamo usarla in tanti modi e questo la rende perfetta per tutte le occasioni.

Cipria segreti
Canva Photo

Sì, perché la cipria può servire per opacizzare, ma anche per darci l’effetto dewy, può camuffare i difetti, ma anche diventare per noi una seconda pelle.

Ma sai che scegliere la cipria giusta non è poi così facile? Esistono infatti diversi formati, finish, consistenze.

Tutto dipende dal fine per cui la usiamo. In ogni caso, questo prodotto renderà il nostro aspetto più giovane, fresco, ricercato.

Se però vuoi sapere qual è quella giusta per te, segui attentamente quello che ti stiamo per dire e la cipria per te non avrà più segreti.

La cipria per te non avrà più segreti

Partiamo subito dicendo che esistono due macroaree quando si parla di cipria (e questo non rientra tra i segreti, perché è risaputo): dobbiamo distinguere subito tra quella trasparente e quella colorata.

Cipria segreti
Canva Photo

La prima è priva di pigmenti colorati. A primo impatto sembra biancastra ma, una volta stesa, diventa completamente trasparente.

Detto ciò, a cosa serve quindi se non colora? A fissare il fondotinta. Abbiamo già detto che in realtà lo scopo principale della cipria è questo, quindi perché non sfruttarla per quello per cui è nata?

L’unica cosa che devi sapere sulla cipria trasparente è che non potrai assolutamente usarla per ritocchi solo su alcuni punti del viso, ma dovrai applicarla in maniera uniforme, altrimenti rischierai di trovarti con delle antiestetiche chiazze.

Detto ciò, passiamo subito all’altra area, quella della cipria colorata. Qui si apre una vastissima parentesi, perché sceglierla non è semplicissimo.

Per farlo dobbiamo tenere bene a mente carnagione, tono e sottotono della pelle. In linea generale, devi sapere che se hai un sottotono caldo, dovresti puntare su nuance tendenti al beige, al caramello o al nocciola, mentre lo hai freddo, dovresti optare per tonalità vicine al  rosato, come l’avorio, il sabbia o il cacao.

Questa, essendo appunto colorata, potrà essere applicata anche su piccole zone senza problemi.

Detto ciò, ci sono altri fattori da considerare per scegliere la cipria giusta: tra questi ovviamente anche il tipo di pelle che abbiamo.

Dobbiamo partire dal presupposto che la cipria può presentarsi in varie consistenza. Sappiamo che può essere:

    • In polvere: in questo caso è estremamente delicata e viene usata generalmente per fissare il fondotinta. Il pennello – che esce nella confezione in genere – si presenta più grande di quello che usiamo in genere per applicare altri prodotti e le sue setole sono estremamente morbide, proprio per rendere la sua applicazione più semplice.
    • Compatta: questa in genere è quella che viene usata per piccoli e grandi ritocchi nel corso della giornata. Essendo il prodotto, appunto, compatto, dobbiamo stare però attentissime a come lo applichiamo, sia per non avere l’effetto mascherone, sia per non far restare aloni sul nostro viso.
    • Siliconica: tra i tipi di cipria questo è uno dei meno conosciuti, semplicemente perché è stato introdotto in commercio di recente. Si presenta sotto forma di gel ma, una volta applicato, diventa una polvere opaca, ma trasparente. L’effetto alla fine è una pelle estremamente vellutata.
    • Minerale: questo tipo ci cipria apparentemente è una polvere molto sottile, quindi potrebbe essere scambiata per la prima che abbiamo menzionato. In realtà i due tipi di cipria sono molto diversi tra loro, perché questa è a base di ingredienti naturali, quindi non occlude i pori e non è dannosa per la pelle, per cui può essere usata anche tutti i giorni in maniera continuativa.

Detto ciò, questa distinzione ci serve per capire qual è la più adatta a noi in base al nostro tipo di pelle. Possiamo così schematizzare questo concetto:

  1. Se hai la pelle grassa oppure mista, dovresti scegliere la cipria in polvere oppure compatta, perché questa ti servirà per assorbire il sebo in eccesso.
  2. Se hai la pelle secca, invece, dovresti usare la cipria siliconica che, essendo un gel, serve a non evidenziare le imperfezioni del viso. Quella in polvere, infatti, non farebbe altro che mettere in evidenza eventuali screpolature, cosa che ovviamente non vogliamo.
  3. Se hai la pelle molto sensibile, dovresti usare infine la cipria minerale, perché contiene solo ingredienti naturali e quindi, come abbiamo anticipato, non può rovinare la nostra cute.

Non abbiamo ancora finito, perché esistono anche finish differenti e quindi in base all’effetto che vogliamo sul nostro viso – oppure semplicemente all’occasione per cui ci stiamo truccando – possiamo scegliere quella giusta per noi.

Esiste infatti la cipria matt, che serve per contrastare l’effetto lucido che in genere ha chi produce troppo sebo (quindi chi ha la pelle grassa).

Questa è anche molto coprente, quindi in genere chi ha macchie, brufoli, discromie la prediligi perché è capace di nascondere letteralmente tutto ciò che non vogliamo far vedere.

Esiste poi la cipria dewy (cioè luminosa). Ovviamente, come si può facilmente dedurre, questa è paragonabile all’illuminante ed infatti c’è chi la preferisce a questo prodotto.

L’effetto finale, infatti, è decisamente più naturale e poi conferisce alla pelle un aspetto luminoso, idratato, giovane.

Infatti questo tipo di prodotto è perfetto per andare ad un party, ad esempio, anche perché si abbina benissimo ad un abito elegante.

Abbastanza simile – ma non uguale – la cipria satinata, che ha sempre un effetto dewy, ma meno marcato di questa ed infatti è ancora più naturale.

La differenza sta che, mentre la prima è indicata per chi ha la pelle secca, ma non per chi la ha grassa, questa invece sta bene a tutte le donne, a prescindere dal tipo di pelle che hanno.

Infine, l’ultima cipria è quella correttiva, che potremmo paragonare ad un correttore. Questa, infatti, si applica solo sui punti che vogliamo nascondere per qualunque motivo e segue lo stesso principio dei correttori colorati.

Se vuoi sapere qual è, ne abbiamo parlato qui.

Insomma, dopo aver letto questa breve guida, siamo sicure che per te davvero la cipria non avrà più segreti. Non ti resta che scegliere quella che fa per te.