Menù della domenica: come sentirsi veri chef con soli tre piatti spettacolari

Un risotto, un piatto popolare ma rivisitato, un dolce dall’aspetto semplicemente paradisiaco: tre ricette da far invidia agli chef stellati per il nostro menu della domenica

Veri piatti da chef senza essere chef, perché nella vita facciamo un mestiere diverso ma poi dietro ai fornelli siamo tutti uguali se ci mettiamo di impegno.

menu domenica
canva

E allora questa volta per il nostro menù della domenica proponiamo piatti da ristorante o pasticceria stellati, ma comodi da preparare anche in casa. Un bell’esercizio per mettere alla prova le nostre capacità, con un risultato finale certificato se ci impegniamo.

Menù da veri chef per la domenica

Risotto con le fragole

Quando arriva la primavera, a farci compagnia arrivano frutti nuovi e con le fragole possiamo cucinare di tutto, compreso un primo piatto delizioso da vedere e da mangiare. I segreti per un ottimi risotto con le fragole sono pochi e molto precisi.
Ci servirà un buon riso per risotti, delle fragole succose, al posto della cipolla un porro che è più leggero. Poi vino bianco, brodo vegetale preparato da noi, un buon olio d’oliva. Ma anche un paio di ingredienti a sorpresa, perché questa è la versione vegana e quindi abbiamo bisogno di burro di mandorle e grana vegano con farina di mandorle.
Il risotto si prepara nel modo classico, tostando il riso e poi sfumandolo con il vino. A quel punto aggiungiamo le fragole a pezzetti e terminiamo mantecando con il burro e il grana di mandorle. Caldo e fumante, un primo da sogno

Risotto vegano alle fragole: la ricetta all’altezza degli chef stellati!

Crocché di patate

Questo non è un pranzo della domenica pesante ma intelligente. Per questo come secondo proponiamo i crocché di patate con la ricetta di Antonino Cannavacciuolo. Patate rosse, che fanno la differenza, mozzarella tagliata a brunoise, parmigiano grattugiato fresco.
Usiamo una sac-à-poche con bocchetta liscia per preparare i crocché, infariniamoli e passiamoli nelle uova, poi nel pangrattato prima di cuocerli in forno, per un risultato più leggero.

Crocché di patate perfetti e filanti? I segreti di Antonino Cannavacciuolo

Crostata di fragole

Per concludere, una spettacolare crostata con crema di limone e fragole, così almeno facciamo una spesa sola. Dobbiamo preparare la pasta frolla fatta in casa (oppure la compriamo già pronta per risparmiare tempo) e metà del lavoro è fatto.
Poi ci serve la crema fresca al limone, con il loro succo, la scorza, la Maizena e lo zucchero. Dopo aver tagliato le fragole possiamo già assemblare la crostata: crema di limone sotto, i frutti sopra e via in forno per 40 minuti circa. Assolutamente imbattibile.

Il dolce più fresco della primavera è pronto in due mosse: la crostata DOC

Buon appetito