Perdi troppi capelli? L’approccio giusto per non darla vinta allo stress

La perdita di capelli può dipendere da diversi fattori tra i quali, c’è anche lo stress. Scopri se è il tuo caso e cosa fare per rimediare.

Se anche tu sei vittima di una forte perdita di capelli a cui non sai dare una spiegazione, la risposta potrebbe essere lo stress. Anche se non tutti lo sanno, infatti, vivere una vita costantemente in tensione porta ad alterare alcuni equilibri fondamentali per l’organismo e tra i quali ci sono anche quelli legati ai capelli e alla loro crescita.

perdita capelli

Una perdita improvvisa di capelli alla quale non si riesce a dare una risposta medica, può essere quindi provocata dal troppo stress. Una situazione che non dovresti mai sottovalutare poiché si tratta di una richiesta di aiuto da parte di un organismo che non riesce più a tollerare i carichi a cui è sottoposto.

Perdita di capelli da stress: come riconoscerla e cosa fare

Se sei alle prese ormai da un po’ con capelli in giro per casa, che restano sulla spazzola e che ti sembrano farsi sempre più sottili e radi, probabilmente stai soffrendo della così detta perdita di capelli da stress. Una condizione reale e più che riconosciuta dalla scienza e che ha cause e sintomi ben precisi.

perdita capelli
(adobe stock photo)

Prima di vedere di cosa si tratta è importante ricordare che la prima cosa da fare, in questi casi, è quella di rivolgersi al proprio medico. Prima di pensare allo stress vanno infatti analizzati possibili problemi di tipo medico. Una volta esclusi, si potrà passare alla seconda opzione che, come già detto, non è comunque meno importante.

La perdita di capelli da stress, detta anche alopecia da stress, può infatti diventare molto importante portando a vere e proprie chiazze di capelli mancanti. Cosa che, inutile dirlo, tende a generare ulteriore stress in chi la vive.

Ciò avviene perché quando si è sotto stress i capelli, così come la vista che può dare problemi,  tendono ad assottigliarsi e a farsi sempre più fragili fino a cadere. Il bulbo pilifero, d’altro canto, lavora meno bene del solito e non riesce a sopperire in tempo alla mancanza.

La buona notizia è che nella maggior parte dei casi, il problema tende a rientrare nel giro di qualche mese. E che con l’aiuto di alcuni farmaci si può arrestare ancor prima di arrivare a renderlo evidente. Ciò che conta, però, è capire prima di tutto le cause dello stress e cercare di agire sulla qualità della propria vita in modo da alleggerirsi dei troppi carichi.

È bene inoltre ricordare che a volte lo stress può essere anche fisico. Ciò avviene, ad esempio in caso di un cambiamento improvviso degli ormoni, dopo un problema di salute debilitante o durante la menopausa. Come già anticipato, quindi, per poter agire al meglio è indispensabile risalire prima di tutto alle cause.

Andando alle cure, queste sono solitamente a base di gocce da applicare sulla cute al fine di rallentare la caduta dei capelli. Nel frattempo, si dovrà ovviamente lavorare sulle cause dello stress e trovare dei modi per rilassarsi. Solo agendo in sinergia tra più fattori si potrà infatti contare sulla risoluzione del problema. E con essa sulla capacità di godere a pieno di una chioma nuovamente forte e sana. Cosa alla quale si unirà anche una vita sicuramente migliore poiché alleggerita dai troppi pesi dei quali ci si era caricati senza rendersene conto.