Non ci innamoriamo per caso, ecco la ricetta per creare amore

Ci innamoriamo per caso o per cognizione? Tutti pensano che l’amore dipenda dal destino e se fossimo noi a decidere se e quando innamorarci?

“Non ci innamoriamo per caso” è il verdetto della scienza. Il colpo di fulmine e Cupido che tende l’arco e tira la freccia sono illusioni alle quali ci aggrappiamo forse per il desiderio di spiegarci come avviene questo incomprensibile meccanismo dell’innamoramento. Secondo il parere scientifico siamo noi a decidere quando e come innamorarci e potremmo perfino farlo a comando sottoponendoci ad un famosissimo test noto come “la ricetta dell’amore”.

ricetta per creare amore
Photo Canva

La ricetta per innamorarsi è composta da 36 domande realizzate dal professore in psicologia Arthur Aron nel 1997 mentre stava conducendo uno studio sulle relazioni sociali atto a determinare quali fossero i meccanismi che innescano intimità tra due persone. Questo studio non era nato per illuminare sull’innamoramento ma è accaduto qualcosa in seno allo studio che ha sorpreso molto e ha spinto l’autore ad approfondire l’argomento.

La ricetta dell’amore per creare amore

Nel 1997 Arthur ed Elaine Aron, due insegnanti-ricercatori americani, hanno pubblicato su una rivista scientifica di psicologia una serie di domande che costituiscono la ricetta dell’amore. Queste domande hanno fatto il giro del mondo perché hanno avuto l’effetto di far innamorare.

ricetta per creare amore
Photo Canva

Ebbene si i ricercatori avevano creato casualmente delle coppie tra gli studenti che parteciparono alla ricerca e con somma meraviglia di tutti, due studenti si sono innamorati dopo essersi sottoposti a queste domande. Questo accadeva nel 1997. Nel 2015 la professoressa Mandy Catron, ha sperimentato il questionario su se stessa ed un suo collega che conosceva da pochissimo. Incredibilmente i due si innamorano l’uno dell’altra. La donna decise di condividere questa esperienza sul New York Times e da allora questa ricetta dell’amore è diventata virale.

Come possono una serie di domande avere il potere di creare amore?

La risposta è molto semplice. Queste domande spingono due persone a rivelarsi intimamente e a mostrare la loro vulnerabilità. Affinché due persone diventino intime è necessario che diventino confidenti e queste domande aiutano esattamente in questo.

Rispondendo a queste domande si affrontano degli argomenti che spingono a scambiare informazioni molto personali relative alla propria sfera privata: famiglia, esperienze, debolezze, sogni e così via, argomenti che creano vicinanza che in alcuni casi, ha fatto innamorare i due soggetti.

Basta quindi scambiarsi informazioni personali per innamorarsi? Diciamo che la chiave dell’innamoramento è proprio questa. Quando una persona si mette a nudo e mostra il suo lato vulnerabile il suo interlocutore potrebbe scoprire qualcosa che lo attrae di quella persona. Il meccanismo dell’innamoramento può partire da un gesto, una frase, o qualunque altra cosa che abbia l’effetto di avvicinare.

Se pensi a tutte le volte che ti sei innamorato probabilmente ti sembra che ogni volta sia accaduto per caso e che non abbia deciso tu di innamorarti. Abbiamo costruito questo mito dell’amore, un meccanismo intriso di magia e ci piace credere che sia così.

In realtà affinché una persona possa innamorarsi deve principalmente essere pronta e disposta a farlo. Devi permettere ad un altra persona di avvicinarsi a te. Se mantieni le debite distanze e non crei complicità non getti le basi per un possibile innamoramento.

Arthur Aron ha dimostrato che basta creare intimità tra due persone per farle innamorare. Nel corso della sua carriera il professore ha cercato di dare una risposta ad una delle domande sull’amore che gli veniva mossa più spesso: “Qual é il segreto delle coppie che durano di più?” 

Secondo l’esperto le coppie che durano sono soprattutto quelle in cui ognuno sta bene, o meglio le coppie in cui i partner lavorano su se stessi per stare meglio.

Il nostro stato psicologico influisce molto sullo stato e sul benessere della relazione. Se siamo stressati, scontenti e non facciamo nulla per modificare questo stato continueremo a stare male con noi stessi e questo è un impedimento ad una relazione sana. In questo senso i terapisti consigliano di fare qualunque cosa che spezzi la routine a cadenza regolare, non so un’attività nuova una volta alla settimana.

Un altro punto importante è che il partner è un persona che ci ha scelto perchè ha visto in noi qualcosa che gli è piaciuto e continuerà a sceglierci fin quando saremo complici. Questo vuol dire che due persone resteranno insieme finché non permetteranno a nulla di allontanarli e per farlo hanno bisogno di comunicare tanto, di conoscersi sempre meglio fino a fondersi.

Infine bisogna fare un’ultima cosa importantissima per il rapporto: bisogna celebrare i successi dell’altro, sia personali che professionali. La gratitudine racchiude benefici innumerevoli. A tal proposito scopri come la gratitudine permette al nostro cervello di essere più felice.

Ed ora condividiamo con voi la famosa RICETTA DELL’ AMORE E TUTTE LE SUE 36 DOMANDE sviluppate dai ricercatori Arthur ed Elaine Aron:

1. Se ti dicessi di poter invitare chiunque abiti nel mondo a cena, chi inviteresti a cena a casa tua?

2. Sei attratto dall’idea della celebrità? Vorresti essere un VIP? in che settore?

3. Prima di fare una telefonata tendi a fare mente locale di quello che devi dire? Perchè lo fai secondo te?

4. Come dovrebbe essere una giornata per essere perfetta?

5. Ricordi l’ultima volta che hai elogiato te stesso? racconta come è andata.

6. Se ti venisse concesso di vivere fino a 90 anni, sceglieresti di arrivare ai 90 con la mente o il corpo di un trentenne?

7. Hai la sensazione di sapere già in che modo morirai?

8. Cosa pensi di avere in comune con il partner del questionario? dimmi 3 cose

9. Di cosa sei più grato al mondo?

10. Se potessi modificare qualcosa relativo a come ti hanno cresciuto, cosa cambieresti?

11. In quattro minuti, racconta al tuo partner del questionario la tua vita immettendo molti dettagli.

12. Se avessi il dono di regalarti un super potere o una qualità cosa sceglieresti?

13. Se una veggente potesse predirti ciò che vuoi, di cosa vorresti saperne di più? vita, futuro? amore? cosa?

14. Hai un desiderio di lunga data che non hai realizzato? Perché non l’hai fatto?

15. Qual è il più grande successo della tua vita?

16. Cosa reputi più importante in amicizia?

17. Racconta un tuo bellissimo ricordo?

18. Il tuo ricordo più brutto?

19. Se ti dicessi che tra un anno morirai improvvisamente cosa cambieresti nella tua vita e perchè?

20. Cha valore dai all’ “amicizia”?

21. Che importanza dai all’amore e all’amicizia?

22. Dite a turno una caratteristica positiva che pensi possegga il tuo partner del questionario, fino a 5 in totale.

23. Quanto è unita e la tua famiglia? hai avuto una infanzia felice?

24. Che rapporto hai con tua madre?

25. A turno fate tre affermazioni che iniziano con NOI. Ad esempio, “Noi siamo entrambi …”

26. Come finiresti questa frase: “Vorrei avere qualcuno con cui condividere…”

27. Di una cosa al tuo partner del questionario per farlo sentire più vicino a te.

28. Dì al tuo partner del questionario cosa ti piace di lui, non essere scontato.

29. Racconta al tuo partner del questionario un aneddoto o un un momento imbarazzante della tua vita.

30. Quando è stata l’ultima volta che hai pianto di fronte a qualcuno? quando è stata l’ultima volta che lo hai fatto da solo?

31. Dì al tuo partner del questionario una cosa che già ti piace di lui.

32. Di cosa è vietato ridere e ironizzare?

33. Se la morte ti prendesse stanotte cosa ti pentiresti di non aver detto? Perché non gliel’hai ancora detto?

34. La tua casa prende fuoco. Dopo familiari ed animali, cosa salvi? puoi prendere una cosa sola.

35. Di tutti i membri della tua famiglia, quale morte ti farebbe stare più male? Perchè?

36. Racconta al partner del questionario un tuo problema personale e chiedigli di darti un consiglio a tal proposito. Chiedigli anche in che modo pensa che tu sia coinvolto in questo problema.

Gestione cookie