Dieta di marzo: cosa mangiare per l’arrivo della primavera

Con l’arrivo della primavera ecco cosa mangiare: scopriamo la dieta di marzo e come perdere qualche chilo in vista della bella stagione. 

La primavera è ormai alle porte e anche se marzo è un mese a cavallo tra le due stagioni, è bene iniziare sin da subito a mangiare cibi ideali per affrontare al meglio l’imminente cambio di stagione.

dieta marzo
Fonte: Canva

A marzo ancora troviamo frutta e verdura invernale come crucifere, cavoli, agrumi, mele, pere e via dicendo. Ma da marzo possiamo anche iniziare a pensare ad altri alimenti, più prettamente primaverili come agretti, asparagi, piselli e così via.

Marzo è anche il mese ideale per iniziare un processo di depurazione in vista del cambio di stagione. Infatti, quando si passa da una stagione fredda ad una più mite le nostre difese immunitarie tendono ad abbassarsi. Così come quando arrivano i primi freddi. L’organismo, infatti, deve riorganizzarsi. Scopriamo allora come aiutarci a tavola, cosa mangiare e quali alimenti è bene portare in tavola.

Ecco la dieta di marzo: cosa mangiare in vista della primavera

La parola d’ordine a marzo è detox. Dopo la stagione invernale, seppur non sia ancora giunta al termine, è bene infatti depurare l’organismo e assumere alimenti disintossicanti. Su questo la natura ci viene in aiuto.

dieta marzo
Fonte: Canva

Infatti molta frutta e verdura di stagione ci può aiutare a smaltire le tossine. Pensiamo a carciofi, finocchi, asparagi, e le pere che hanno proprietà diuretiche. Scopriamo allora cosa mangiare a marzo.

Colazione. Il primo pasto della giornata dovrà prevedere una base proteica che si può alternare sia con bevande vegetali che con latticini come yogurt, kefir o altrimenti le uova. Non deve mancare poi una razione di carboidrati semplici come cereali, pane tostato o fette biscottate integrali. Infine, si può completare con un frutto. Ottimi quelli ricchi di vitamina C come gli agrumi o il kiwi.

Pranzo e cena. Bisogna bilanciare carboidrati e proteine. Il tutto deve poi essere accompagnato a verdure rigorosamente di stagione. Vanno bene sia crude che cotte, possiamo spaziare tra spinaci, finocchi, bietole, radicchi, rape, cicoria e tutti i tipi di cavoli, dai broccoli al cavolfiore, passando per i cavoletti di Bruxelles e così via. La verdura non dimentichiamo che è fondamentale consumarle sia a pranzo che a cena, perché ricca di antiossidanti utili a contrastare l’invecchiamento cutaneo e a limitare i danni causati dallo stress. Qui scopri anche la dieta antinvecchiamento: ecco un menù settimanale tipo. 

Spuntini. Sono fondamentali per non arrivare affamati ai pasti successivi. Non dimentichiamo che possiamo scegliere tra i frutti di stagione come arance, mandarini, pompelmi, kiwi, ma perfette sono anche le banane ricche di potassio, o l’ananas che contiene bromelina una sostanza antinfiammatoria ideale per contrastare la cellulite. Possiamo altrimenti optare per della frutta secca o uno yogurt. Altrimenti è perfetto anche un centrifugato a base di frutta e verdura di stagione.

Tra le verdure diamo spazio a: rape, scalogno, sedano, asparagi,  carote, cavolfiore, cavoli, cavolini di Bruxelles, cavolo rosso, cicoria, cime di rapa, cipolle, cipollotti, barbabietole, broccoli, carciofi, crescione, finocchi, agretti, patate novelle, radicchio,  spinaci.

Mentre per la frutta optiamo per: pompelmi, arance, avocado, limoni, mandarini, mandaranci, mele, pere, banane, kiwi.

Gestione cookie