La vera base per tutti i nostri lievitati, la pasta di riporto

Se non avete voglia di aspettare giorni per il vero lievito madre, c’è una strada più semplice e altrettanto efficace:  la pasta di riporto

Tutti ormai conoscono il lievito madre, non tutti invece sanno cos’è la pasta di riporto anche se è nata molto prima. C’è chi la chiama così, chi invece criscito (come il Campania) ma il senso è lo stesso: un modo naturale e rapido per far lievitare gli impasti fatti in casa, a cominciare da pane e pizza.

pasta di riporto
canva

Volete capire come preparare la pasta di riporto della zia e non sapete come muovervi, quali sono i trucchi per prepararlo? Nessun problema, altrimenti Chedonna a cosa servirebbe?
Partiamo da quello che hanno in comune: ne basta poco per aiutare la lievitazione dell’impasto, ma nella ricetta della pasta di riporto c’è anche il lievito di birra e quindi non è propriamente naturale. A suo vantaggio però c’è il fatto che la lavorazione è più veloce. E soprattutto serve meno tempo prima che la pasta di riporto sia pronta per essere utilizzata. Per il resto, ricordatevi che il principio è lo stesso, quindi deve essere rinfrescata di continuo.

Pasta di riporto, la ricetta e la conservazione passo dopo passo

E allora vediamo insieme ingredienti e ricetta per una efficace pasta di riporto. Vi serviranno 100 grammi di farina 00, 100 ml di lievito di birra e 10 grammi di lievito di birra.
Prepararla è semplice: prendete l’acqua lasciata a temperatura ambiente, oppure leggermente riscaldata senza che sia troppo calda perché altrimenti brucerete il lievito. Versate in una ciotola metà dell’acqua e aggiungete il lievito di birra fresco lasciandolo sciogliere completamente.

farina
canva

Poi aggiungete metà della farina e iniziate a mescolare tutto con un cucchiaio di legno. Coprite con la pellicola trasparente e lasciate riposare per 12 ore a temperatura ambiente. Terminata la fase di
riposo, aggiungete l’acqua e la farina rimaste. Mescolate ancora e coprite di nuovo con la pellicola trasparente lasciando riposare altre 12 ore. Se poi volete accelerare la lievitazione, potete aggiungere un cucchiaino dl miele.

LEGGI ANCHE:  Lievito madre | la ricetta semplice per lieviti dolci e salati -VIDEO-

In pratica la pasta di riporto è già pronta da usare. Regolatevi così: ogni 500 grammi di farina, usate 100 grammi di pasta. E quando dovete rinfrescarla aggiungete 100 grammi di pasta ad altri 100 grammi di pasta e 50 ml di acqua.
Conservatela in frigorifero dentro ad una ciotola coperta con pellicola o in un barattolo di vetro chiuso. Dopo ogni rinfresco lasciatela riposare almeno 12 ore e poi rimettetela in frigorifero.