La figlia di Kate non può avere migliori amici: perché questa crudeltà?

La principessa Charlotte non può avere migliori amici: si tratta di una regola apparentemente terribile, ma le ragioni dietro a questa scelta sono puramente educative.

Non è solo Charlotte a dover sottostare a quella che agli occhi di qualsiasi genitore potrebbe apparire come una vera e propria crudeltà. Anche i suoi fratelli, e altri prima di loro, hanno “subito” lo stesso trattamento.

amici principessa charlotte
(Instagram)

La Principessa Charlotte di Cambridge, nata nel 2015, è una bambina intelligente, vivace ed espansiva. Secondo molti è la fotocopia in miniatura della Regina Elisabetta, della quale porta il nome.

Il nome completo di Charlotte è infatti Charlotte Elizabeth Diana, in onore del nonno paterno Charles, della bisnonna Elizabeth e della nonna paterna Diana.

Contrariamente a Elisabetta, però, Charlotte sembra essere una bambina espansiva che comunica sempre i propri sentimenti in maniera libera e spontanea. Probabilmente crescendo imparerà a tenere un po’ più a bada le proprie esternazioni, ma di certo William e Kate la stanno educando nel segno di Diana. La Principessa del Galles, infatti, si è sempre sforzata di insegnare ai suoi figli quanto sia importante dare e ricevere affetto.

Proprio per questo motivo si può intuire quanto sia stato difficile per William e Kate imporre ai propri figli una regola di vita fondamentale nei primi anni della loro crescita. Apparentemente però non si è trattata di un’imposizione, ma di una scelta precisa e condivisa.

Charlotte non ha migliori amici (e nemmeno gli altri piccoli Cambridge): così crescono i futuri Re

I bambini della Famiglia Reale britannica hanno sulle proprie spalle una responsabilità enorme: dovranno rappresentare la monarchia e il popolo inglese nei decenni futuri. Saranno in grado di essere all’altezza dell’esempio della loro bisnonna? Non possiamo saperlo, ma è per questo che la loro educazione ai sani valori morali è fondamentale.

principessa charlotte da piccola
(Instagram)

L’educazione dei piccoli Cambridge è cominciata, come per tutti i bambini del mondo, alla scuola elementare. Esattamente come George e Louis, Charlotte frequenta la Thomas’s Battersea School dal 2019.

Si tratta di una piccola scuola in cui vigono delle regole particolari. Alla Battersea i piccoli alunni imparano innanzitutto a essere gentili gli uni verso gli altri, senza escludere nessuno.

Proprio l’idea di base della scuola, cioè la capacità di essere cortesi e premurosi nei confronti di tutti, senza fare distinzioni, ostacola in qualche modo la creazione di “amicizie particolari”.

In pratica, all’interno della scuola si educano i bambini a non avere “migliori amici” con i quali si passa tutto il tempo o si fanno più attività. I bambini vengono accuratamente “mescolati” in maniera che imparino a collaborare con tutti e non solo con alcune persone.

In questo modo si evitano le dinamiche di bullismo che affliggono le scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado, in tutto il mondo.

Per la Principessa Charlotte, quindi, non esisteranno circoli esclusivi o gruppetti di amici speciali per tutta l’infanzia. Sembra quasi una scuola costruita per evitare che i piccoli reali diventino snob!

Per fare un esempio concreto sulle strane regole della Battersea, le feste di compleanno sono rigidamente regolamentate.

Se un bambino desidera invitare tutti i compagni di classe alla propria festa allora può portare gli inviti a scuola. Al contrario, però, se per qualche motivo non si possono o non si vogliono invitare tutti i compagni, è proibito portare a scuola gli inviti.

Il motivo è semplicissimo: distribuendoli solo ad alcuni bambini e non ad altri si creerebbe l’idea che ci sono “amici di serie A” e “amici di serie B”, quindi alcuni bambini si sentirebbero esclusi dalle dinamiche sociali della classe.

Si tratta di un buon sistema educativo? Per William e Kate, che hanno deciso di mandare a quella scuola tutti i loro figli, soprattutto il futuro Re d’Inghilterra, pare proprio di sì!

Tra le altre cose, il Principe George sta dando tutti i segnali positivi che si possano immaginare. Pare sia un bambino gentile a cui piacciono esattamente le stesse cose che appassionano ogni altro bambino. Per fare un esempio, William è stato costretto a fare uno strappo alla regola in un’occasione speciale per George: lo avevano chiesto a gran voce tutti gli inglesi!

Ti sei persa le ultime notizie sulla Famiglia Reale? Qui trovi tutti gli articoli sui Royals di Chedonna.it!