Il raffreddore ti screpola la pelle e rovina il trucco? Rimedia con un dito!

I rimedi per la pelle screpolata dal raffreddore sono solo a base di creme super idratanti e scrub super costosi? Assolutamente no! 

Molto spesso i rimedi più efficaci per i piccoli problemi quotidiani sono quelli che costano meno e che sono in assoluto più facili da mettere in pratica. Eccone uno assolutamente geniale per evitare che la pelle screpolata ci rovini il trucco!

pelle screpolata raffreddore
(Chedonna)

Quando abbiamo il raffreddore (o quando semplicemente ci cola il naso in continuazione) siamo costrette a utilizzare spesso fazzoletti di carta o di stoffa.

Questo continuo sfregamento, unito alla costante umidità a cui la pelle intorno al naso è sottoposta, porta velocemente alla nascita di screpolature e crosticine.

La pelle screpolata si presenta di solito ai lati nel naso, nelle pieghe rotonde che lo separano dalle guance. Spesso però compare anche tra il naso e il labbro superiore, una zona a cui le donne prestano molta attenzione.

La zona appena sopra le labbra, infatti, è considerata una “cornice” per il trucco labbra. Va quindi sempre curata alla perfezione e che dev’essere liscia, compatta, priva di brufoli e baffetti.

Quando la pelle si screpola la zona tra il naso e la bocca appare rossa o addirittura scura, dando l’impressione che ci siano spuntati dei brutti baffi.

Applicare più trucco? Una pessima idea se non si elimina la screpolatura! Ecco allora come procedere!

Uno dei rimedi a costo zero per la pelle screpolata dal raffreddore

Uno dei problemi fondamentali che si riscontrano con questi piccoli inconvenienti di stagione è che spesso non abbiamo gli strumenti per porvi rimedio.

rimedi pelle screpolata raffreddore
(Canva)

Fortunatamente nel caso delle piccole screpolature della pelle del viso è possibile risolvere letteralmente senza sforzo e con un dito.

Il motivo principale per cui la pelle screpolata non accoglie bene i prodotti di make up consiste nel fatto che i pigmenti circondano le crosticine, mettendone in risalto i bordi.

Per questo motivo prima di procedere al trucco è necessario rendere la pelle compatta. Per farlo si potrebbero utilizzare gli scrub viso a cui ci affidiamo normalmente, ma potrebbero risultare troppo aggressivi.

Questo non dipende dalla cattiva qualità del prodotto o da un modo inappropriato di utilizzare lo scrub. Dipende semplicemente dal fatto che la pelle è irritata e arrossata, quindi uno scrub formulato per una pelle sana risulterebbe troppo aggressivo.

Cosa fare in questi casi? Semplicissimo, ricorrere a ingredienti naturali che sono sempre in casa e che abbiamo letteralmente a portata di mano in qualsiasi momento.

Gli ingredienti in questione sono il miele e lo zucchero semolato. 

Per eliminare le crosticine della pelle screpolata dal raffreddore basterà lavare e asciugare attentamente le mani e la parte screpolata. Sarà molto importante evitare la presenza di acqua, che finirebbe per sciogliere lo zucchero.

A questo punto si dovrà immergere il polpastrello del dito indice in un po’ di miele.

Una volta ricoperto bene il polpastrello basterà immergere il dito nel barattolo dello zucchero, in maniera che i granelli rimangano appiccicati al miele.

Anche se in molti casi si consiglia di utilizzare lo zucchero di canna, poiché i suoi granelli sono più grandi e resistenti, con la pelle screpolata è meglio evitare. L’ideale, addirittura, sarebbe utilizzare lo zucchero semolato ultrafine, che permette di creare uno scrub delicatissimo.

Dopo aver inzuccherato il dito basterà passarlo sulla pelle screpolata con delicati movimenti circolari per almeno 30 secondi.

A questo punto basterà risciacquare delicatamente con acqua tiepida applicare una crema idratante piuttosto grassa.

In questo modo si favorirà la creazione di una pellicola lipidica in grado di proteggere la pelle dall’irritazione, evitando in questo modo di farla entrare direttamente in contatto con i fazzoletti.

Inoltre, i muchi (a base acquosa) tenderanno a “scivolare” sulla base oleosa di una crema idratante piuttosto grassa e quindi screpoleranno la pelle molto meno e più lentamente, per un sollievo duraturo.

Una volta assorbita completamente la crema si potrà procedere ad applicare un correttore piuttosto che un fondotinta sulla zona screpolata. Il motivo è molto semplice: il correttore è più compatto e non scivola via, inoltre se si utilizza il correttore verde si potrà minimizzare il rossore.

Leggi Anche => Coprire le discromie del viso: quali sono i correttori da utilizzare e le tecniche giuste?

Una volta utilizzato il correttore verde non dimenticare di coprirlo con uno strato di correttore del colore giusto per la tua pelle: in questo modo il “camouflage” sarà perfetto.