Ti hanno detto che soffri di intestino irritabile? Cos’è e come rimediare

L’intestino irritabile è una condizione che può portare diversi disagi. Scopriamo di cosa si tratta e quali sono le cure da mettere in atto quando si scopre di soffrirne.

La sindrome dell’intestino irritabile (spesso chiamata erroneamente colon irritabile) è piuttosto comune e solitamente più presente nelle donne.

intestino irritabile
(Adobe Stock photo)

Sebbene sia spesso difficile da identificare e da risolvere ha dei sintomi abbastanza precisi che vanno e vengono ma che tendono a restare costanti nel tempo e che possono peggiorare la qualità della vita di chi ne soffre.

Per questo motivo, la prima cosa da fare è quella di imparare a riconoscere questa sindrome al fine di iniziare un percorso per migliorare il proprio stato di salute.

Intestino irritabile: quali sono i sintomi da riconoscere

Sebbene, ad oggi, non siano ancora chiare le cause precise che portano alla sindrome dell’intestino irritabile ci sono diverse ipotesi a riguardo.

intestino irritabile
(Adobe Stock photo)

Tra quelle menzionate più di recente ci sono una sensibilità elevata dei nervi presenti nell’intestino, lo stress, la flora batterica alterata e la motilità intestinale troppo lenta o troppo veloce.

LEGGI ANCHE -> Incontinenza urinaria? Scopri di cosa si tratta e come rimediare

Tra i sintomi più comuni e che vale sempre la pena prendere in considerazione ci sono invece:

  • Mal di pancia
  • Gonfiore addominale
  • Stitichezza ostinata
  • Diarrea
  • Crampi addominali
  • Eccessiva aria
  • Nausea
  • Mancanza di energia

Per ottenere una diagnosi è quindi indispensabile rivolgersi ad un medico esperto che dopo un’attenta anamnesi e l’esclusione di altre patologie come ad esempio la celiachia, deciderà come intervenire per attenuare il problema.

Come curare la sindrome dell’intestino irritabile

Così come non si è ancora certi delle cause precise che danno origine all’intestino irritabile, anche per le cure non c’è un protocollo ufficiale.

intestino irritabile
(Adobe Stock photo)

Ogni caso va studiato singolarmente al fine di trovare le risposte più idonee. Tra queste ci sono una cura dell’intestino volta a migliorane il microbiota e la sua funzionalità.

A ciò si dovranno aggiungere un’alimentazione più sana e con cibi il più possibile preparati a casa, l’assunzione di probiotici (da valutare con il medico) e l’attività fisica utile sia per il corpo che per la mente. Il tutto puntando ad una regolarizzazione dell’intestino e alla gestione dell’aria presente che può spesso aumentare i sintomi legati al dolore.

Vivere una vita senza stress è infatti molto importante per attenuare i sintomi dell’intestino irritabile. E visto che ciò non è sempre possibile si può optare per delle tecniche in grado di aiutare a scaricare lo stress. Tra queste ricordiamo anche la meditazione e lo yoga.

LEGGI ANCHE -> Hai sempre male lì? Potrebbe essere clitoridinia. Cos’è e come si cura

Ciò che conta è farsi seguire passo passo al fine di poter applicare le giuste modifiche fino ad arrivare a quelle più adatte alla propria condizione e quindi in grado di attenuare i sintomi dovuti dall’intestino irritabile.