Depressione pre ciclo: da cosa dipende e come evitarla

Soffri anche tu di depressione pre ciclo? Ecco da cosa dipende e cosa puoi fare per evitarla.

Sentirsi fuori fase poco prima del ciclo è piuttosto comune. Si tratta di un momento in cui il fisico di una donna è provato dai cambiamenti ormonali e dalla così detta sindrome premestruale che può portare con se tutta una serie di sintomi che vanno dai più lievi ai più pesanti e che in alcuni casi possono influire persino con la qualità della vita. Tra questi c’è la depressione pre ciclo.

depressione pre ciclo
(Adobe Stock photo)

Una condizione che può essere moderata e strettamente legata ai giorni che precedono il mestruo ma che in alcuni casi, può diventare un problema importante che va affrontato insieme al medico al fine di non compromettere lavoro, affetti e tutto ciò che fa parte del normale vissuto.

Questa forma di depressione, nota anche come disforia pre mestruale può infatti diventare difficile da trattare, complicando non poco la vita di chi ne soffre. Motivo per cui non andrebbe mai affrontata in modo superficiale.

Depressione pre ciclo: perché arriva e da cosa dipende

Come per ogni problema legato alla sindrome premestruale, la depressione pre ciclo è solitamente legata alle variazioni ormonali tipiche di quei giorni. Per questo motivo viene troppo spesso sottovalutata da medici poco attenti.

depressione pre ciclo
(Adobe Stock photo)

In genere, si può parlare di disforia pre mestruale quando al normale gonfiore e ai dolori tipici del periodo si aggiungono sintomi come depressione, cambi repentini d’umore, rabbia, mancanza di concentrazione, assenza di interesse per ciò che si fa, sonnolenza e stanchezza.

LEGGI ANCHE -> Problemi di fame nervosa prima del ciclo? Da cosa dipende e come rimediare

Nella maggior parte dei casi si tratta fortunatamente di momenti che tendono a rientrare spontaneamente e che, seppur poco piacevoli, si possono affrontare da soli.

In altri casi, meno frequenti ma non per questo inesistenti, è invece importante intervenire con la somministrazione di farmaci. Per farlo si dovrà infatti valutare gli stesi caso per caso  ed in base all’entità dei sintomi. Sebbene al momento, tra i farmaci suggeriti ci siano gli antidepressivi, gli studi in merito sono diversi e tutti volti a trovare una farmacologia più adatta e propedeutica proprio a trattare il problema dal punto di vista ormonale.

Cosa fare, quindi, quando ci si trova a sentirsi fortemente depresse poco prima del ciclo? La prima cosa da fare è ovviamente quella di cercare di migliorare la propria vita. Scelta che si può mettere in pratica evitando, per quanto è possibile, le fonti di stress e gli affaticamenti extra. Detto ciò, un consulto con un psicoterapeuta può fare molto. Può infatti aiutare a capire se quanto avviene è un problema preesistente ed accentuato dai cambiamenti ormonali o se estremamente legato ad essi. Nel secondo caso ci si può rivolgere ad un medico esperto nel settore per capire come muoversi e se è il caso di assumere dei farmaci.

È bene ricordare che fin quando è possibile, evitarli è la scelta più saggia. E a volte un’alimentazione studiata al fine di compensare gli sbilanciamenti ormonali e coadiuvata da integratori studiati ad hoc può fare molto più di quanto si pensi.

LEGGI ANCHE -> Ovulazione dolorosa: da cosa dipende e cosa c’è da sapere

Detto ciò è sempre bene nonché indispensabile chiedere aiuto e affidarsi ad un medico esperto. Qualcuno che sia in grado di offrire soluzioni che si sentono in linea con la propria persona. In questo modo, affrontare la depressione pre ciclo sarà certamente più semplice. E ciò renderà i cambi ormonali meno traumatici e aiutando la vita di tutti i giorni a scorrere nel modo più sereno possibile.