Perdite trasparenti: di cosa si tratta e quando parlarne con il medico

Le perdite trasparenti sono molto comuni tra le donne. Scopriamo da cosa dipendono e quando è il caso di parlarne con il medico.

Ogni donna si è trovata almeno una volta a scoprire delle perdite trasparenti negli slip. Queste, nella maggior parte dei casi sono fisiologiche e più che normali, sopratutto quando si presentano in un determinato momento del periodo mestruale.

perdite trasparenti
(AdobeStock photo)

Al fine di capire se e quando è il caso di preoccuparsi è importante quindi fare un passo indietro e capire, prima di tutto, di cosa si tratta.

In questo modo non ci si preoccuperà più della loro comparsa ma si saprà in ogni caso cosa pensare e come muoversi.

Perdite trasparenti: ecco cosa sono e perché si presentano

Riuscire a barcamenarsi tra i tanti aspetti che hanno a che fare con la femminilità non è sempre semplice. Si tratta di un problema comune e che riguarda molte donne, spesso confuse sui segnali del loro corpo e su come interpretarli nel modo corretto.

Perdite trasparenti
(Adobe Stock photo)

Un esempio lampante sono le classiche perdite trasparenti che quando si presentano posso avere svariati significati. Motivo per cui, oggi cercheremo di distinguerle tra loro in modo da imparare a distinguerle e a capire come agire quando si presentano.

LEGGI ANCHE -> Perdite marroni lontane dal ciclo? Ecco di cosa si tratta

Iniziamo con le più comuni che sono le perdite trasparenti e prive di odore. Queste sono davvero comuni e il più delle volte i presentano in caso di cambiamenti ormonali, in concomitanza dell’ovulazione o nei primi cicli ormonali delle giovani donne che si trovano improvvisamente alle prese con diversi ormoni in fase di assestamento.

Altre perdite trasparenti sono quelle che avvengono durante l’eccitazione, momento in cui i genitali si lubrificano. Questo processo può risultare più forte in alcune donne, lasciando segni evidenti dei quali, però, non c’è alcun motivo di allarmarsi.

Nella maggior parte dei casi, comunque, le perdite trasparenti sono indice dell’ovulazione in corso. In tal caso si presenteranno all’incirca a metà del mese (se si hanno cicli regolari) e con una consistenza più filamentosa. In alcuni casi possono presentarsi anche durante le prime settimane di gravidanza, ancora una volta a causa di cambiamenti ormonali.

Insomma, si tratta di un processo che nell’arco della vita di una donna tende ad arrivare più volte e per i motivi più disparati. Per questo motivo, fin quando le perdite rimangono trasparenti e inodori, non occorre allarmarsi. Il discorso cambia se queste iniziano a odorare o ad avere una colorazione giallognola o tendente al verde o se in concomitanza si provano dei dolori. In tal caso, infatti, potrebbe esserci un’infezione in corso.

LEGGI ANCHE -> Nervosismo prima del ciclo? Ecco da cosa dipende e come rimediare

Per questo motivo, sopratutto le prime volte che ci si trova ad affrontare le perdite trasparenti, può essere utile rivolgersi al proprio medico curante al fine di avere tutte le informazioni necessarie per tranquillizzarsi. La scelta migliore per poter vivere al meglio e con la giusta serenità la propria femminilità.