Soffri di ritenzione idrica? Ecco perché e come risolvere il problema

La ritenzione idrica è uno dei problemi più comune tra le donne. Scopriamo perché si presenta e cosa è possibile fare per evitarla.

La ritenzione idrica è un problema così comune nel mondo femminile che sembra che in Italia colpisca addirittura una persona su tre. Eppure, nonostante i diversi disagi che crea, ad oggi sono ancora in tante a soffrirne senza sapere come muoversi a riguardo.

ritenzione idrica
(Adobe Stock photo)

Per fortuna si tratta di un problema che è possibile superare. Per farlo, però, è necessario comprenderla a fondo, imparare a riconoscere le cause che provocano e agire per risolverle.

Cerchiamo quindi di fare un po’ il punto della situazione e di capire cos’è esattamente la ritenzione idrica, perché arriva e come eliminarla una volta per tutte.

Ritenzione idrica: cos’è e perché si presenta

Si parla di ritenzione idrica quando le cellule iniziano a trattenere i liquidi e con essi anche le tossine. Di solito, questa condizione si presenta quando nell’organismo c’è una mancanza di equilibrio tra sodio e potassio.

ritenzione idrica
(Adobe Stock photo)

Se il primo è presente in quantità maggiori del secondo, l’organismo inizia infatti a trattenere più acqua portando non solo al fastidioso senso di gonfiore (solitamente su gambe, glutei e addome) ma anche ad un affaticamento della circolazione venosa e linfatica.

LEGGI ANCHE -> Nervosismo prima del ciclo? Ecco da cosa dipende e come rimediare

Si tratta quindi di un problema che non andrebbe mai preso sottogamba e che al di là del fattore puramente estetico vale la pena affrontare proprio ai fini della propria salute.
Al di là dello squilibrio tra sodio e potassio, ci sono altre cause che possono peggiorare la situazione e che quando si mettono in mezzo innescano un processo dal quale è davvero difficile uscire. Tra queste, le più note sono:

  • Il sovrappeso
  • L’abuso di alcol o di fumo
  • La vita sedentaria
  • Il consumo di cibi troppo salati (e quindi ricchi di sodio)
  • Gli abiti troppo stretti e che bloccano la circolazione
  • I tacchi alti
  • Lo stare troppe ore in piedi
  • I viaggi lunghi
  • Patologie come ipotiroidismo, diabete, artrite, problemi a cuore o reni
  • Infiammazioni croniche
  • Le allergie
  • L’insufficenza venosa
  • L’assunzione di ormoni o di altri farmaci
  • La menopausa
  • La gravidanza

Tutte cause che nel corso della vita possono presentarsi sia singolarmente che insieme e che di fatto non agevolano la risoluzione del problema.

Ciò che è importante considerare, però, è che spesso per risolvere il problema basta solo modificare il proprio stile di vita, mangiare meglio ed iniziare a muoversi. Ovviamente aggiungendo al tutto una buona idratazione.

Come allontanare la ritenzione senza ricorrere ai farmaci

Posto che in caso di ritenzione idrica accentuata, il consiglio è sempre quello di rivolgersi al proprio medico curante al fine di comprenderne le cause esatte e di trovare la cura più idonea, ci sono diverse strategie che si possono mettere in atto per arginare il problema.

ritenzione idrica
(Adobe Stock photo)

La prima tra tutte è una dieta sana e bilanciata, con poco sale (sostituibile con le spezie) e con alimenti il più possibili sani e non processati. Come già detto, a ciò andrà unita sempre una buona idratazione, indispensabile per l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Anche il consumo di frutta e verdura è altamente consigliato in quanto in grado di apportare un blando effetto diuretico.

Lo sport è sicuramente un toccasana per la salute in generale ma in particolar modo per chi soffre di ritenzione idrica. Una camminata al giorno aiuta sicuramente la corretta circolazione e lo smaltimento dei liquidi in eccesso. A questa si possono poi unire il nuoto, la bicicletta e lo stretching.

Per dare un aiuto in più si può ricorrere anche ai massaggi e, solo in accordo con il medico curante, ad integratori come la Centella asiatica, utile sopratutto in caso di dolori alle gambe. Anche iniziare la giornata con un bicchiere di acqua e limone può essere di grande aiuto, sopratutto perché aiuta a smaltire le tossine in eccesso.

LEGGI ANCHE -> Perdite marroni lontane dal ciclo? Ecco di cosa si tratta

Seguendo questi accorgimenti, e avendo cura di sentire il medico per essere certa di avere solo la ritenzione idrica e che questa non dipenda da patologie in atto, il problema del gonfiore sarà molto più semplice da risolvere. In questo modo si potranno evitare i tanti disagi che ne conseguono avendo modo di vivere una vita più rilassata e serena.