Se conservi la frutta così stai mettendo a rischio la tua salute: gli errori imperdonabili

frutta
Foto da Canva

Frutta fresca e buonissima più a lungo possibile? Devi conservarla al meglio, evitando gli errori da cui rischi di non poter più tornare indietro.

Frutta e verdura sono tra i prodotti la cui conservazione richiede maggiori accortezze e, soprattutto, manda maggiormente in confusione noi consumatori.

Non sappiamo mai bene quali mosse mettere in atto per garantirci che i nostri prodotti durino a lungo e si mantengano sempre freschi e succulenti. Oggi però vogliamo invertire questa tendenza.

Come? Mettendovi in guardia con alcuni errori che rischiano di compromettere la freschezza della vostra frutta e, di conseguenza, minacciano anche la nostra salute.

Come conservare la frutta per averla sempre fresca e buona

frutta estiva
Foto da Canva

Per garantirsi di mangiare una frutta sempre fresca e succosa il vero fattore a cui prestare attenzione è la conservazione e, in particolare, dove conserviamo la frutta.

Scegliere tra frigorifero e classica cesta sul tavolo della cucina è una decisione cruciale da cui dipende la buona resa a lungo termine della frutta.

Qui di seguito vi lasciamo alcuni consigli o, per meglio dire, direttive per evitare quegli errori banali che ci condannerebbero a una frutta destinata alla pattumiera.

Temperatura ambiente – Alcuni frutta, soprattutto se acquistati già ben maturi, possono esser conservati fuori dal frigorifero, a temperatura ambiente. Citiamo ad esempio mele e pere, ananas, kiwi, zucca, anguria, melone, pompelmo, limone, banane.

In frigorifero negli appositi cassetti – Alcuni frutti necessitano del frigorifero. Meglio evitare i ripiani se possibile ma, qualora lo spazio proprio non ci fosse nei cassetti, ricordatevi di tenervi ben alla larga dalle pareti refrigeranti. Tra i frutti da frigorifero citiamo Frutti rossi (mirtilli, fragole, ribes, lamponi), uva e cachi.

Punto di maturazione – Per frutti che ammettono sia frigorifero che cesta della frutta sul tavolo occorre saper osservare con cura il livello di maturazione raggiunto. Ricordiamo a tal proposito che se un frutto è troppo maturo ha bisogno del frigorifero, al contrario invece può stare alla luce del giorno.

LEGGI ANCHE –> Le astuzie per conservare a lungo frutta e verdura

Già tenevate conto di queste indicazioni o qualcuna è per voi una assoluta novità? Speriamo che da oggi la conservazione della frutta sia per voi un successo garantito. Ricordate che mangiare una frutta mal conservata rischia anche di minare l nostra salute quindi… occhi ben aperti!