Fedez perde la pazienza e sbotta: “E’ davvero insostenibile!”

fedez
screen da instagram

Fedez ha perso la calma e sui social si è lasciato andare ad un amaro sfogo: “Questa storia è diventata davvero insostenibile”.

Fedez, oltre ad essere famoso per le sue canzoni e la sua bellissima storia d’amore con Chiara Ferragni, che tanto fa sognare gli italiani, è purtroppo noto anche per i suoi continui scontri con il Codacons, l’associazione che si occupa dei diritti dei consumatori. L’associazione, infatti, ha deciso di denunciare il rapper ancora una volta, arrivando a collezionare, tenetevi pronti, la 30esima denuncia nei suoi confronti. Il motivo?

Il Codacons ritiene che la raccolta fondi organizzare da Federico Lucia, questo è il nome del cantante all’anagrafe, destinata ai lavoratori dello spettacolo, che per oltre un anno non hanno potuto lavorare a causa della pandemia, possa essere paragonata a quella organizzata per Malika, la ragazza che è stata cacciata di casa dopo aver fatto coming out con i suoi genitori e che ha scelto di utilizzare il denaro ricevuto comprandosi un auto di lusso ed un cane di razza.

Fedez ha perso la calma sui soscial, stanco di dover andare di nuovo in tribunale. Ecco le sue parole.

Il Codacons denuncia di nuovo Fedez: lui perda la calma e si sfoga

fedez
foto da instagram

Fedez si è lasciato andare ad un lungo sfogo nelle sue Instagram Stories, confidando agli utenti della rete di come sia stanco di questa situazione che prosegue da oltre un anno. Trovando inammissibile come si sia potuta paragonare la raccolta fondi dedicata ai lavoratori dello spettacolo a quella dedicata ad un ragazza che ha scelto di comprarsi una macchina costosa. Il Codacons, infatti, ha chiesto il ritiro immediato della somma raccolta.

“Io ne ho pieni i coglion*, scusate ragazzi” ha esordito il cantante sul noto social fotografico. “Ennesima raccomandata da parte del Codacons dove riescono a paragonare la nostra raccolta fondi, dove abbiamo raccolto più di 5 milioni di euro per i lavoratori dello spettacolo, alla raccolta fondi di Malika dove si è comprata la mercedes e richiedono l’immediato sequestro” ha poi proseguito amareggiato ed arrabbiato. “Fate schifo, io sono stufo di essere perseguitato da voi, è incredibile che nessuno faccia niente per controllare voi che sicuramente, e so quello che fate e come lo fate, che nessuno intervenga” ha sbottato. “Sono stufo di essere perseguitato da voi pure quando le persone fanno del bene, vergognatevi”.

LEGGI ANCHE –> Cosa avranno mai in comune Bella Hadid e Chiara Ferragni? Il gusto per la moda!

“Io cerco sempre di farmi una risata però si è arrivati ad un punto dove è veramente insostenibile questa cosa ha poi proseguito il marito di Chiara Ferragni. “Io ricordo che il Codacons durante l’emergenza covid, durante il primo lockdown, chiedeva i soldi alle persone con un banner con scritto ‘donate per l’emergenza coronavirus’ quando i soldi andavano direttamente a loro che, con l’emergenza sanitaria, nulla avevano a che fare” ha ricordato ai suoi fedeli sostenitori.

“Questi hanno il coraggio di venire a rompere i coglion* dove degli artisti hanno raccolto milioni di euro per aiutare i lavoratori dello spettacolo e paragonarla ad una raccolta di una ragazzina che si è comprata una Mercedes” ha continuato furioso. “Ma come cavolo è possibile che in questo paese sia possibile tutto questo? Io ho almeno una trentina di denunce, devo andare al tribunale almeno trenta volta per questi stronz* che intasano i pubblici uffici” ha poi concluso. “Mi sono rotto il cazz* non è possibile una cosa del genere” ha aggiunto.

LEGGI ANCHE –> Fedez, chi è: età, carriera, vita privata e Instagram

Il popolo del web, in questa nuova battaglia che vede Fedez contro il Codacons, è tutto dalla parte del rapper e chiede come tutto questo sia permesso e possibile.