La pasta frolla non sta insieme? L’errore è in come amalgami gli ingredienti

pasta frolla stesa
Foto da Canva

Per ottenere una pasta frolla compatta occorre modificare un passaggio della ricetta, il modo in cui amalgamiamo solitamente gli ingredienti rischia infatti di non far stare la frolla insieme.

E’ la base imprescindibile per biscotti, crostate, torte ripiene: come si può fare a meno della pasta frolla? Nel mondo della pasticceria è una regina incontrastata anche se, ammettiamolo, ogni tanto ci manda un po’ in crisi.

Chi non si è mai trovato alle prese con una pasta frolla che proprio non vuole stare insieme? Impastiamo, impastiamo e impastiamo ancora ma, niente, il risultato stenta a venire.

Dove stiamo sbagliando? Noi pensiamo di averlo capito e stiamo per illuminarvi così da far sì che l’errore non venga mai più ripetuto. La pasta frolla da oggi sarà solo un asso nella manica.

L’errore per cui la pasta frolla non sta insieme

pasta frolla
Foto da Canva

Ogni famiglia ha la sua ricetta perfetta per la pasta frolla ma, incredibilmente, nonostante le molte varianti, l’errore che si compie è sempre e comunque lo stesso. Siete pronte per scoprirlo?

Il passaggio su cui occorre concentrarci è l’incorporazione degli ingredienti: è il momento in cui rischiamo di andare a formare grumi, crepe e altri intrusi indesiderati.

Da dove partiamo allora tutti per questa fase? Dal celeberrimo vulcano: disponiamo la farina a mo’ di piramide, coiamo un buco al dentro e inseriamo burro, uova e zucchero. Ecco, l’errore è proprio qui!

Succede infatti che le uova colino, il burro stenti ad incorporarsi e così via. Per evitare tutto ciò vi suggeriamo di provare la tecnica della sabbiatura. Consiste nell’amalgamare zucchero, farina e burro così da creare una grossolana sabbia e, solo allora,a aggiungere gradualmente le uova.

LEGGI ANCHE –> La pasta frolla si sbriciola e non riesci a stenderla? Ecco gli errori che stai commettendo

L’impasto così facendo si formerà in modo estremamente più semplice e con risultati di gran lunga migliori. La pasta frolla sarà compatta, resistente e a prova di rottura, il tutto andando a modificare semplicemente un piccolo passaggio della ricetta, qualcosa che ritenevamo banale e scontato ma che invece farà la differenza. Provare per credere!