Petting, ne hai mai sentito parlare? Ecco di che cosa si tratta e come provare con il partner

coppia in intimità
Foto da Canva

Baci, coccole e carezze: ecco spiegati tutti i segreti del petting, per provare piacere anche senza la penetrazione

Se volgiamo parlare di petting dobbiamo inizialmente rispondere alla più semplice e banale delle domande: che cosa è il petting?

Petting letteralmente significa “accarezzare” e ciò fa ben capire come il termine racchiuda in sé tutta quella serie di coccole, baci e carezze che solitamente precedono il vero e proprio atto sessuale, quello con penetrazione.

Il petting consiste allora letteralmente nell’indugiare nei preliminari, concedere più spazio a una forma di intimità che può rivelarsi particolarmente appassionante e, spesso, anche capace di far raggiungere l’apice del piacere.

Scopriamo allora insieme in che cosa consiste il petting e come gestirlo nella pratica con il proprio partner.

Petting, che cosa è e come si fa

coppia a letto
Foto da Canva

Per provare il petting non esiste un vero e proprio manuale, non ci sono regole, se non quella di prendere tutte le precauzioni comuni a ogni pratica sessuale da svolgere sempre mettendo la sicurezza al primo posto.

Rimanere incinte durante il petting è in effetti scarsamente probabile ma ciò non ci esime comunque dal badare a tutto quello che sono le malattie sessualmente trasmissibili: preservativo dunque anche qui obbligatorio! Ora possiamo iniziare.

Il petting può far parte dei preliminari, conducendo dunque poi a un vero e proprio rapporto completo, oppure esser esso stesso la via per raggiungere il piacere. Naturalmente ci si può fermare in qualsiasi momento, come sempre nell’intimità: ecco perché il petting è considerato un ottimo modo di gestire i primi approcci sessuali, una pratica che mira innanzitutto a conoscersi meglio reciprocamente.

LEGGI ANCHE –> Riaccendere la passione si può usando i rapporti intimi senza penetrazione

Considerando che con il termine petting si indicano in generale tutte le effusioni che possono portare all’orgasmo, anche senza che ci sia penetrazione, si capisce come queste carezze più o meno intime possano ricoprire un ruolo assai importante nell’intimità di una coppia.

L’importante sarà lasciarsi andare. Il consiglio allora è di partire da baci e carezze, sposandosi gradualmente lungo il corpo per poi passare, solo se lo si desidera, a sesso orale e masturbazione reciproca, stimolando poi anche le reciproche zone erogene.

Il piacere potrebbe così giungere senza arrivare alla vera e propria penetrazione ma, anche se così non fosse, fidatevi il petting può riservare soddisfazioni a non fine. Provare per credere!