L’insalata di pasta non viene mai come vorresti? Ecco gli errori che devi assolutamente evitare

insalata di pasta
fonte foto: Adobe Stock

Scopri come realizzare un’insalata di pasta perfetta, evitando alcuni semplici errori che tutti commettono senza pensarci.

Uno dei piatti estivi per eccellenza è l’insalata di pasta. Un modo fresco e piacevole per gustare questo piatto senza sudare e gustando al contempo alimenti freschi e dal sapore diverso.

Purtroppo, sebbene venga erroneamente considerata un piatto semplice, ci sono alcuni errori banali che rischiano di comprometterne il risultato finale. Scopriamo quali sono e come evitarli per ottenere un piatto di pasta fredda goloso e perfetto persino da presentare agli amici.

Insalata di pasta? Ecco gli errori che devi assolutamente evitare

insalata di pasta
fonte foto: Adobe Stock

Quando si decide di preparare l’insalata di pasta, è importante evitare alcuni errori che seppur banali possono rovinarne il risultato finale rischiando di renderla addirittura immangiabile. Scopriamo quali sono i più gravi nonché comuni e che che bisognerebbe evitare.

Scegliere il primo tipo di pasta che capita. Spesso si pensa erroneamente che per gustare una buona insalata di pasta, l’unico requisito è che questa sia fredda. La verità è che la scelta del formato è molto importante. A sorpresa, ad esempio, una pasta di tipo integrale si rivela più resistente e meno a rischio di rottura. Al contempo possono andar bene orecchiette, fusilli e penne piccole.

Cuocerla per minor tempo di quello che serve. Spesso si pensa che per una buona insalata di pasta sia meglio cuocere la stessa per minor tempo in modo da mantenerla al dente. Se ciò può andar bene per il riso, nel caso della pasta è indispensabile che questa sia ben cotta e che sia al dente ma mai indietro di cottura. Una volta raffreddatasi, infatti, tenderà ad indurirsi nuovamente e ciò potrebbe portarla a diventare troppo dura.

LEGGI ANCHE -> Ti sono avanzate delle spezie? Crea il tuo mix personale in modo super veloce

Lavarla. La pasta da mangiare in insalata non andrebbe lavata sotto l’acqua. Come si fa per l’insalata di riso, basta infatti scolarla e versarla in un recipiente largo abbastanza da farla raffreddare in fretta. In questo modo si eviterà di maltrattarla ulteriormente e la struttura rimarrà più solida e adatta al tipo di preparazione scelta.

Mettere ingredienti a caso. Per una buona insalata di pasta è indispensabile che gli ingredienti siano scelti secondo una logica e che si abbinino sia al formato di pasta (sopratutto per grandezza) che al gusto finale che si intende darle. È sempre meglio scegliere per alimenti freschi e non di quelli già pronti che nel caso andrebbero mixati con ingredienti sani in modo da offrire un buon sapore.

Tenerla in frigo per troppo tempo. A differenza dell’insalata di riso, quella di pasta necessita di stare poco tempo in frigo. È meglio quindi prepararla poco prima di gustarla. Il risultato, altrimenti, potrebbe essere più insapore di quanto si pensi, compromettendo anche il più gustoso dei piatti.

Realizzare una buona insalata di pasta non è così difficile, ciò che conta è metterci amore e dedizione, fare varie prove ed essere sempre pronti ad apportare dei cambiamenti per migliorare il risultato finale. In questo modo si avrà un ottimo piatto da gustare da presentare con un certo orgoglio ai propri ospiti.