Le acconciature anticaldo semplici da realizzare per essere sempre perfetta

acconciature anti caldo capelli lunghi
(Chedonna.it)

Le acconciature anti caldo sono un’ancora di salvezza per le ragazze che amano i capelli lunghi e che non rinuncerebbero alla propria chioma fluente nemmeno in estate. Ecco come realizzare quelle più trendy.

Le acconciature per capelli lunghi più trendy del momento ammiccano agli anni Duemila e combinano trecce e chignon, odiano i look troppo ordinati e soprattutto ti daranno un’aria da “mi sono appena alzata dal letto ma sono comunque adorabile”.

Ecco come si realizzano le acconciature anti caldo più semplici che abbiamo trovato sui social e che quest’estate ti renderanno la vita più semplice.

Acconciature anti caldo: dal doppio messy bun fino alle trecce avvolte a chignon

acconciature anti caldo
(Pinterest)

Raccogliere i capelli lunghi in estate diventa imprescindibile per evitare di morire di caldo e di vedere i capelli incresparsi per il sudore.

Per questo motivo il segreto è puntare su acconciature raccolte ma un po’ spampanate: anche se si dovessero un po’ rovinare con il tempo, il vento e il caldo, non se ne accorgerà nessuno!

La treccia tedesca o inversa: il tutorial passo passo

La treccia tedesca o dutch braid, è una treccia che corre lungo il profilo della testa e che raccoglie progressivamente tutti i capelli. Il segreto per realizzarla correttamente consiste nel raccogliere ciocche tutte uguali o almeno il più simili possibile.

Per essere certe di creare una treccia che rimanga ferma al centro della testa si dovranno formare ciocche che comprendano sia capelli presi dai lati della testa sia capelli che crescono nella parte posteriore di essa.

La tecnica per realizzare la treccia tedesca è fondamentalmente identica a quella di una comune treccia a tre capi. L’unica differenza consiste nel fatto che le nuove ciocche vengono fatte passare al di sotto e non al di sopra di quelle già raccolte.

Per evitare l’effetto “troppo ordinato” è fondamentale l’ultimo passaggio, durante il quale gli intrecci vengono allentati ed allargati in maniera da dare all’acconciatura un aspetto leggermente messy.

Quest’acconciatura apparentemente elaborata e in realtà molto semplice da realizzare una volta appresa la tecnica di base, è perfetta per qualsiasi occasione. Arricchita con decorazioni floreali o con pinzette decorate con strass potrà essere sfoggiata anche in occasioni eleganti, ma nulla vieta di portarla praticamente ogni giorno con una maglietta e un paio di jeans. Ricorda un po’ Elsa? Esattamente!

Boxer braids a metà

Le boxer braids non sono altro che due dutch braids come quella di cui abbiamo appena visto il tutorial. L’unica differenza rispetto all’acconciatura con la treccia centrale è il punto di partenza.  Prima di cominciare infatti si devono dividere i capelli esattamente in due metà, quindi si dovrà realizzare una dutch braid per ogni lato.

Una variante molto carina consiste nel non intrecciare tutti i capelli, fermandosi all’altezza della nuca e lasciando gli altri sciolti e un po’ cotonati.

Bubble braid

Tra le acconciature anti caldo non ci potrebbe essere una più semplice della bubble braid. Si tratta di una falsa treccia che si realizza semplicemente utilizzando una serie di micro elastici su tutta la lunghezza dei capelli, avendo cura di dividerli in sezioni via via più piccole mano a mano che si scende verso le punte.

Per realizzare quest’acconciatura in maniera che la coda rimanga un po’ gonfia basterà cotonare leggermente i capelli dalle punte alla radice e preferibilmente asciugare i capelli all’aria piuttosto che con il phon.

Anche in questo caso la rifinitura dell’acconciatura è strettamente necessaria per ottenere l’effetto desiderato: si dovranno prendere i capelli a piccoli ciuffi e si dovrà procedere ad allargare un po’ ogni sezione dell’acconciatura, in maniera da creare l’effetto “bolle” che dà il nome alla coda.

Il messy bun attorcigliato

Il messy bun è letteralmente il miglior amico delle  donne, soprattutto perché ci consente di passare con piccolissimi accorgimenti da uno stile “mi spalmo sul divano” a una serata glamour in discoteca.

Leggi Anche => Messy Bun: copiamolo da Ilary Blasi per essere super chic

Il messy bun però può diventare un po’ noioso da un certo punto in poi. Per questo motivo sono spuntate moltissime varianti da prendere in considerazione per dare a quest’acconciatura una ventata di novità assicurando tanto volume all’acconciatura.

Una delle soluzioni ideali e più semplici da mettere in pratica è il messy bun attorcigliato: si parte da una semplice coda di cavallo ben salda sulla sommità della testa e successivamente si dividono i capelli in due ciocche procedendo prima ad attorcigliarle su se stesse e poi una sull’altra. Alla fine si dovrà fissare il tutto con un mini elastico.

A questo punto si arriva alla fase della “spettinatura” e si procede quindi ad avvolgere il torciglione intorno all’elastico della coda di cavallo.

Il passaggio successivo consiste nel fissare vari punti del torciglione con delle forcine, in maniera che aderisca in parte alla testa, rimanendo ben saldo senza scivolare nel corso delle ore. Uno degli errori più comuni che si fa nel realizzare questo tipo di acconciatura è fissare soltanto le punte dei capelli e non le lunghezze: inevitabilmente l’acconciatura durerà molto poco.

Gli space buns

Gli space buns sono due piccoli chignon realizzati sulla cima della testa, ai due lati di una riga rigorosamente centrale.

Si tratta di un’acconciatura molto di moda al principio degli anni Duemila e che all’epoca conquistò principalmente le giovanissime. Anche se ovviamente quest’acconciatura rimane adatta soprattutto alle adolescenti, è un’ottima acconciatura anti caldo perché oltre a raccogliere i capelli li solleva dal collo e, dividendoli, diminuisce il rischio che l’acconciatura crolli sotto il suo stesso peso.

Per realizzare gli “chignon spaziali” basta semplicemente realizzare due messy bun ai lati della testa e fissarli con molte forcine.

Lo schema più comune in assoluto è quello che vede gli space bun realizzatin in cima alla testa, ma è possibile anche realizzarli in basso, come due chignon classici che però vengono raccolti appena dietro le orecchie e non sulla nuca.

La combinazione moderna: dutch braids e space buns

Esattamente come qualsiasi altra acconciatura, a lungo andare anche gli space buns possono risultare banali. Ecco allora che la fantasia ci viene in aiuto: la combinazione tra trecce tedesche, space buns e torciglioni è la tendenza dell’estate 2021 ed è anche la nostra acconciatura anti caldo preferita!

Per realizzarla si procede intrecciando i capelli in due boxeur braids che però si fermano in cima alla testa, senza proseguire lungo la parte posteriore del capo.

Si fissano le trecce con un piccolo elastico e quindi si procede a creare due space buns fissando i capelli con un secondo mini elastico. A questo punto le lunghezze che fuoriescono dai buns verranno separate e attorcigliate come abbiamo già visto nell’acconciatura precedente, quindi avvolte intorno a ogni bun.

Il risultato finale è un’acconciatura originale e piuttosto duratura, che resisterà bene allo stress del caldo, del vento e del sudore. Per realizzarla con facilità assicurando volume e morbidezza ai capelli è importante partire da capelli non stirati, leggermente cotonati e possibilmente trattati con una spuma volumizzante prima di essere asciugati.