Ecco il metodo per perdere dalle 300 alle 500 calorie in un’ora: camminare in acqua

camminare in acqua
Fonte: Canva

Camminare in acqua è il metodo facile per perdere dalle 300 alle 500 calorie in un’ora: scopri come funziona.

Con l’arrivo dell’estate fare sport, specialmente se non si è abituati può diventare pesante. Il caldo infatti limita le normali attività e faticare con le temperature elevate può addirittura essere talvolta sconsigliato.

Se però non si vuole rinunciare a po’ di sano movimento un metodo per bruciare calorie e perdere peso è quello di camminare in acqua. 

Sicuramente è molto meno faticoso se fa caldo farsi una camminata in acqua, che sia in mare o in piscina, piuttosto che farla sulla strada e all’aria aperta.

Camminare in acqua per perdere da 300 a 500 calorie

camminare in acqua
Fonte: Canva

Camminare in acqua è una disciplina cardio che genera numerosi benefici in chi la pratica specialmente con l’arrivo dei primi caldi è utile prenderla in considerazione per fare movimento senza sudare.

Oltre ad essere un’attività piacevole l’acqua oppone più resistenza al movimento, essendo un elemento più denso rispetto dell’aria, quindi richiede maggiore sforzo.

LEGGI ANCHE –> Svelati i 12 lavori di casa che ti permettono di bruciare più calorie: scopri come perdere peso

In questo modo anche i muscoli si allenano più intensamente, migliora il sistema cardio-circolatorio, diminuisce la pressione del sangue e si bruciano più calorie. Con un’ora di camminata in acqua, immersi fino al girovita si perdono addirittura dalle 300 alle 500 calorie in un’ora. Aumentando l’altezza dell’acqua si può bruciare anche di più.

Camminare in acqua inoltre porta dei benefici a ossa e articolazioni quindi è adatta a chi soffre di artrite, osteoporosi e fibromialgia. Non solo, questo tipo di allenamento è particolarmente indicato alle donne in gravidanza, agli anziani e a chi non è abituato ad allenarsi.

Per camminare correttamente in acqua occorre tenere una postura corretta impegnando i muscoli del core e della schiena, le spalle devono stare indietro e il mento all’insù. Inoltre, occorre effettuare passi lunghi premendo sul tallone portando solo dopo il peso sulle dita dei piedi.

Per incentivare la perdita di peso si possono apportare delle varianti come oscillare le braccia. Oppure utilizzando dei pesetti.

Man mano che si diventa più esperti si può iniziare a camminare in acqua più alte e si possono fare delle variazioni.

Ad esempio tenendo le ginocchia alte si aumenta l’intensità della camminata e si coinvolgono i muscoli delle gambe, oppure si possono fare degli affondi, altrimenti eseguire una camminata laterale per esercitare anche l’interno e l’esterno coscia.