“Tolto un piccolo stron*o dal mio corpo”: il fidanzato di Valentina Ferragni operato. Cos’è successo

Luca Vezil ha vissuto dei momenti difficili. Il fidanzato di Valentina Ferragni ha mostrato sui social i vari passaggi di un intervento delicato: ecco cosa gli è successo.

Luca Vezil, il fidanzato di Valentina Ferragni, ha mostrato sui social alcuni scatti, dopo aver subito, come lui ha descritto, un piccolo intervento. L’influencer ha infatti pubblicato diverse immagini, scrivendo dettagliatamente in didascalia quanto gli è accaduto. “Un piccolo neo che … È così che si comporta il melanoma, questo è il suo nome.

Infatti, l’uomo ha dovuto fare i conti con un minuscolo neo: “E’ un giorno importante per me”, scrive Vezil. E quindi, ha voluto riportare la sua esperienza, anche per dare un messaggio importante a tutti coloro che lo seguono, ovvero quello di prevenire. Poco tempo fa anche la sua ragazza, Valentina la piccola di casa Ferragni aveva mostrato ai suoi follower i problemi della sua vita, in modo tale da lanciare un messaggio positivo a tutte quelle persone che soffrivano del suo stesso problema.

LEGGI ANCHE –> Nata Vittoria, figlia Fedez e Ferragni: gli auguri delle zie Valentina e Francesca

Luca Vezil e il neo: ecco cos’è successo al fidanzato di Valentina Ferragni

luca verzil
Foto di Instagram

“No, non è già arrivato il giorno del mio vaccino – scrive Luca in una lunga didascalia a corollario di un carosello di foto – ma è un giorno altrettanto importante per me”.

“Ve ne ho già parlato ma non smetterò di farlo, se ne parla troppo poco per l’importanza che ha e io ci tengo in particolar modo che passi questo messaggio.
Se pensate che il COVID-19 sia un infame silente, pensate a un piccolo, minuscolo, neo, che cambia, quasi impercettibilmente, diventa qualcosa di brutto e porta ad un tumore maligno, il tutto senza sintomi. È così che si comporta il melanoma, questo è il suo nome. Ve ne ho già parlato e siete stati fantastici: non solo ho ricevuto tantissima solidarietà ma anche tantissimi messaggi di ringraziamento da chi ha avuto a che fare con questo stron*o e tantissimi che mi hanno detto che dopo il mio messaggio hanno prenotato una visita dal dermatologo”.

“La prevenzione è infatti l’arma più forte che abbiamo: utilizzare la protezione solare (i raggi UV sono il fattore di rischio maggiore) e un’ispezione davanti allo specchio sono i piccoli gesti che possiamo fare nel quotidiano. La regola ABCDE (Asimmetria-Bordi-Colore-Dimensione-Evoluzione) ci permette di tenere sotto controllo i nei ma è con una visita specialista periodica e la mappatura dei nei che possiamo avere pieno controllo della situazione ed è quello che vi consiglio di fare”

 

“E quindi no,

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luca Vezil (@lucavezil)

– aggiunge infine Luca –  non è già arrivato il giorno del mio vaccino ma è un giorno altrettanto importante per me, il giorno in cui ho rimosso un altro piccolo stron*o dal mio corpo. E sono proprio contento ✌🏼
(Tra qualche giorno avremo il risultato dell’istologico per scongiurare qualsiasi cosa)

 

Da leggere