Che fine ha fatto Alex Gadea? Ecco com’è e cosa fa oggi Tristan de Il Segreto

Alex Gadea, celebre interprete conosciuto per aver vestito i panni di Tristan ne “Il Segreto”, svela perché ha lasciato la soap opera.

Alex Gadea, per tutti Tristan de “Il segreto”. L’attore è entrato nell’immaginario collettivo internazionale e italiano grazie alla celebre soap opera approdata anche nello Stivale dal 2013. La storia d’amore fra lui e la rivoluzionaria Pepa ha appassionato moltissimi proprio per quel connubio fra estasi e inibizione che caratterizza ogni amore folle e, a tratti, impossibile.

Dal 2013 un’ascesa costante che è proseguita anche dopo l’abbandono della fiction. L’interprete, infatti, ha scelto di dare una svolta alla propria carriera con nuove esperienze: situazioni che gli hanno permesso di mettersi alla prova in diversi ruoli. Decisione che, però, non gli ha impedito di prendere parte – seppur marginalmente – all’opera girata a Pente Viejo. L’espediente dei flashback si è rivelato fondamentale per dare nuova linfa alle storie degli altri protagonisti.

Leggi anche – Il Parka originale, l’impermeabile dallo stile inconfondibile

Tristan de Il Segreto: la nuova vita di Alex Gadea

Tristan de Il Segreto, cosa fa oggi Alex Gadea (Getty Images)
(Getty Images)

Gadea aveva bisogno di spaziare. Il timore era quello di non riuscire ad avere più nuovi stimoli, come ha espresso nel corso di una lunga intervista: “Sono molto affezionato a Il Segreto perché ha permesso di farmi conoscere anche altrove, ho scelto di cambiare per mettermi alla prova in altri contesti.

“Dopo oltre 600 puntate, avevo bisogno di misurarmi con ruoli diversi. È questo il bello per noi attori”. Parole di gratitudine e riconoscenza, ma con lo sguardo rivolto al futuro. Infatti il celebre interprete è molto impegnato sia a teatro che al cinema, anche se per molti resterà sempre Tristan. Nel suo cuore, però, non c’è Pepa ma l’attrice Ana Ruiz con cui vive un amore solido e duraturo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alex Gadea (@alexgadea01)

Da leggere