Devi assolutamente seguire i consigli dei dermatologi, così sai come indossare la mascherina in estate

L’estate è alle porte e le temperature stanno per aumentare. E’ importante capire come indossare correttamente la mascherina con il caldo, ecco i consigli degli esperti!

Nonostante sia passato più di un anno dall’inizio della pandemia e il numero dei vaccinati, l’utilizzo della mascherina è ancora obbligatorio. Ma si sa che con l’arrivo dell’estate e l’innalzamento delle temperature sarà molto più difficile sopportarla. C’è chi spera che con  quando le temperature iniziano a salire venga sospeso l’obbligo magari solo per chi sta all’aperto, ma non è stato ancora ufficializzato.

Un gruppo di esperti della Società italiana di dermatologia e malattie sessualmente trasmissibili (Sidemast) hanno stilato dei consigli utili da seguire così da non commettere errori quando si indossa la mascherina in estate. Noi di CheDonna.it vi elenchiamo quali sono così da porre maggiore attenzione.

mascherina estate
Fonte foto: Adobe Stock

Mascherina e caldo: i consigli dei dermatologi

Non è facile per nessuno ne adulti e ne bambini, quando arriva il caldo indossare la mascherina con piacere. Diventa sempre difficile si sa che con il sudore per non parlare di eventuali irritazioni o arrossamenti che potrebbe dar fastidio. Sicuramente le persone che hanno problemi di dermatiti, acne potrebbero andare incontro a delle vere e proprie difficoltà. In questi casi come afferma la dottoressa Gabriella Fabbrocini, consigliere Sidemast, quando si indossa la mascherina per un tempo prolungato durante il giorno andrebbe ad acutizzerebbe l’acne. I pori si occludono e di conseguenza si ha un’alterazione del microbiota cutaneo e quindi del film lipidico.

Non solo secondo gli esperti in caso di rosacea il problema potrebbe peggiorare, perchè il vapore acqueo che si produce durante il respiro non farà altro che liberare liquido che rimane sulla pelle e si asciuga, ma rimane intrappolato nella mascherina. Ecco perchè alcuni problemi della pelle del viso si possono intensificare.

mascherina
fonte foto: Freepik

Senza tralasciare le dermatiti da contatto, che può dipendere dalla composizione dell’elastico o dalla sensibilità al metallo che si utilizza per modellare la mascherina sul naso. Per non parlare poi dell’utilizzo di mascherine poco idonee o un utilizzo non appropriato. Non sempre si pone attenzione al momento dell’acquisto e alla durata di utilizzo. Il problema si pone per le persone che l’utilizzano per diverse ore durante il giorno potrebbero anche avere delle reazioni allergiche. In particolar modo se si applica il make up e si riutilizzano più volte le mascherine. Secondo gli esperti nelle mascherine potrebbero esserci delle tracce di cosmetici contenenti conservanti e coloranti. Ma anche il lavaggio della mascherina potrebbe esserne la causa, magari si è lavata con prodotti poco adatti o non si è sciacquata bene e possono ritrovarsi residui ancora sulla mascherina che entrando in contatto con la pelle possono causare irritazione.

LEGGI ANCHE–>L’errore grave che commetti lavando le tue maschere in tessuto

Ma seguiamo i consigli di dermatologi per utilizzare al meglio la mascherina.

  •  Scegliere sempre e solo mascherine certificate CE bianche, che sono state realizzate in tessuti naturali o anallergici. In questo modo la pelle respirerà bene.
  • Sostituirle frequentemente, se dovrete lavarle fate attenzione ai prodotti che utilizzate.
  • Non truccarsi se si deve indossare per molte ore la mascherina.
  • Prendersi cura della pelle scegliendo prodotti per la routine di pulizia e idratazione.
  • Applicare prodotti topici non comedogenici e farli assorbire completamente prima di indossare la mascherina.
  • Applicare una crema idratante almeno mezz’ora prima di indossare la mascherina.
  • Proteggere il viso con crema protettiva solare visto che i raggi solari attraversano anche i tessuti.
  • Seguire una dieta mirata prediligete cibi salutari ricchi in frutta e verdura, gli esperti consigliano la dieta mediterranea.

Inoltre in caso di irritazioni o dermatiti, parlatene subito con il dermatologo.

(Fonte:Ok-Salute)

Da leggere