L’errore grave che commetti lavando le tue maschere in tessuto

Le maschere in tessuto per essere sicure, igienizzate e riutilizzabili andrebbero lavate seguendo un iter di lavaggio specifico.

Come lavare mascherine in tessuto
Photo Adobe Stock

Accessorio indispensabile da alcuni mesi, la mascherina è tra i principali dispositivi di protezione per evitare il contagio da coronavirus. In vendita ne troviamo diverse, da quelle usa e getta di tipo chirurgico a quelle in tessuto lavabili e riutilizzabili.

Oltre ad avere fantasie diverse queste mascherine hanno anche diverse caratteristiche. Il fatto che siano lavabili e riutilizzabili non significa che debbano essere lavate grossolanamente o non rispettando determinate tempistiche. Quasi tutti noi commettiamo alcuni errori di lavaggio nel detergere le maschere in tessuto rendendo tale pulizia inefficiente e le maschere non riutilizzabili. Se anche tu commetti questi errori rimedia subito, la pulizia della mascherina è un elemento chiave che non dovrebbe in alcun caso essere sottovalutata. Scopri come disinfettare le tue maschere protettive senza danneggiarle.

Come pulire e disinfettare la maschera in tessuto

lavare mascherina in lavatrice consigli
Photo Adobe Stock

Il modo più corretto di procedere al lavaggio della mascherina sarebbe quello indicato negli ospedali per lavare i camici. Lo specialista in malattie infettive Benjamin Davido consiglia di ricorrere a questa tecnica semplicissima, ovvero lavare la maschera e una volta asciutta  stirarla con il ferro da stiro caldo su entrambi i lati evitando di toccare gli elastici. Questo piccolo accorgimento vi assicurerà di distruggere batteri e virus presenti sulla maschera.

Il calore è fondamentale per eliminare tutti i germi patogeni.

Usare questo metodo vi consente di disinfettare la maschera dopo ogni utilizzo. la maschera andrebbe lavata regolarmente in lavatrice, anche stenderla all’aria per diversi giorni la rende non infetta, ma stirarla è un metodo veloce e pratico per disinfettarla.

Cosa fare e cosa evitare quando si lavano maschere in tessuto

mascherine consigli lavaggio
Photo Adobe Stock

Stando ai consigli di lavaggio riportati sulla maggior parte delle maschere protettive in tessuto, un corretto lavaggio implicherebbe:

  • lavaggio a 60 °C, minimo per almeno mezz’ora. Questo vale sia per la pulizia di una maschera in tessuto che per la pulizia di indumenti e biancheria potenzialmente infetti .
  • evitare detergenti chimici contenenti molti solventi che verrebbero inalati indossando la mascherina e potrebbero irritare i bronchi.
  • lavare senza centrifuga e senza ammorbidente
  • Lasciare asciugare completamente la maschera prima di riutilizzarla poichè l’umidità potrebbe alterare la filtrazione della maschera e ridurne la traspirabilità.

Detto come bisogna lavare una maschera, passiamo a cosa non fare per garantire la corretta manutenzione di una maschera in tessuto.

Ci sono degli errori in particolare che è necessario evitare durante la disinfezione della maschera:

  • Mettere la maschera sul vapore. Questo gesto è da evitare per diversi motivi, in particolare perché non permette di sterilizzare la maschera ed è quindi completamente inutile. Contrariamente a quanto si possa pensare, il vapore potrebbe fissare i microbi sulla maschera anziché ucciderli.
  • Mettere la maschera nel microonde. Si avete letto bene, sul web in molti consigliano questo metodo per igienizzare la maschera. Ricordate che alcune maschere potrebbero avere componenti in metallo sulla parte dove si appoggia il naso.
  • Bollire la maschera in tessuto.
  • Candeggiare la maschera in tessuto. Andrebbe evitato tutto ciò che rischia di danneggiare il tessuto e la qualità della maschera. Inoltre, indossando la maschera si potrebbero inalare eventuali residui di candeggina ed irritare le vie respiratorie.
  • Mettere la maschera nel forno. Uno studio condotto dall’ Università di di Stanford ha dimostrato che sottoponendo la maschera per 30 minuti a circa 70 ° C queste si disinfettano. Gli esperti sconsigliano di farlo a casa utilizzando un forno per via delle scorie, come precisa Claudio Galbiati, presidente della sezione Safety di Assosistema Confindustria intervistato dal sito IlFattoQuotidiano, precisando che questo sistema potrebbe danneggiare il tessuto stesso.

Per una corretta igienizzazione della maschera si consiglia di chiedere al personale addetto alla vendita di fornire le specifiche di lavaggio della casa produttrice. Inoltre chiedete, se non espressamente indicato sulla confezione, il numero di utilizzi stimato per la maschera, questo numero coincide con il numero di lavaggi consentito per il dispositivo. Solitamente questo numero di lavaggi si aggira intorno alle 6-7 volte.

lavare mascherine consigli
Photo Adobe Stock

Ricordate di gettare via senza esitazione una maschera che presenta segni di usura quali: tessuto danneggiato, deformazioni, buchi, ecc.

Le maschere monouso non sono riutilizzabili, possono essere conservate per un massimo di 4 ore. E’ necessario gettare via le maschere chirurgiche dopo l’uso.