Pelle più sana? Il tonico esfoliante è un must have irrinunciabile. Scopri come, quando e perché usarlo

Viso più disteso e luminoso? Il tonico esfoliante è un must have, non puoi non averlo nella tua routine skin care. Scopri tutti i trucchi per usarlo bene.

A volte, quando ci guardiamo allo specchio, il viso ci sembra più spento. Capita soprattutto in giornate particolari, cariche di stress e preoccupazioni. A fare il resto, ci pensa l’azione dannosa degli agenti esterni, su tutti raggi solari e inquinamento.

La pelle, dopo i trent’anni, inizia a cambiare. Compaiono i primi segni del tempo. Contorno occhi, solchi naso labiali e fronte sono le zone del viso che invecchiano più velocemente. Ecco che, allora, seguire una buona routine skin care è fondamentale. Servono i prodotti giusti, da giorno e da notte.

tonico
(Adobe Stock)

Un buon programma di bellezza per il viso deve includere due fasi: la detersione e l’idratazione. Ma anche l’esfoliazione è uno step fondamentale della beauty routine, da fare almeno 1-2 volte a settimana.

Esfoliare bene significa rimuovere le cellule morte che intasano la pelle. Questo accumulo, unito a quello da sebo in accesso, porta all’ostruzione dei pori. Come conseguenza, si ha la comparsa di brufoli e punti neri. Ecco perché è importate usare un buon tonico esfoliante. Vediamo insieme come usarlo correttamente.

Tonico esfoliante, il must have per la skin care. I vantaggi

Il tonico esfoliante non serve soltanto ad eliminare le cellule morte. E’ utile anche per favorire il rinnovamento cellulare, per una pelle più liscia, compatta e luminosa.

Quando pensiamo all’esfoliazione, ci viene subito in mente lo scrub.  E’ un prodotto valido, ma non adatto a tutti i tipi di pelle. Per quelle più sensibili, è meglio usare un tonico esfoliante, perché è più delicato e contiene principi attivi idratanti e lenitivi.

tonico
(Adobe Stock)

Ma quali sono i vantaggi di un tonico esfoliante? Ce ne sono diversi. In primo luogo, purifica la pelle in profondità. C’è poi l’azione d’urto su macchie e discromie che, progressivamente, si uniformeranno. Infine ravviva il viso, donando all’incarnato una nuova luce.

Quindi, un tonico esfoliante giusto, è in grado di sostituire perfettamente scrub e maschere. E’ più facile da applicare e servono soltanto pochi minuti per una pulizia profonda. Applicare una maschera, invece, richiede più tempo.

LEGGI ANCHE –> Pelle grassa: i tonici naturali e fai da te, consigli, ingredienti e video

Per avere risultati duraturi nel tempo, il tonico andrebbe applicato due volte al giorno, mattina e sera. Si versano poche gocce su un dischetto struccante e si picchietta su tutto il viso, delicatamente.

Utilizzare il tonico esfoliante è uno step intermedio tra la detersione e l’idratazione. Quindi il viso va struccato e lavato, poi viene l’applicazione del tonico e, infine, si stende la crema idratante.

Così come per tutti per i prodotti cosmetici, anche per il tonico esfoliante non bisogna esagerare con le quantità. Il consiglio è di leggere le istruzioni per l’uso e attenersi scrupolosamente a quanto viene riportato. Lo diciamo spesso, non è la quantità ma la qualità di un prodotto a fare la differenza.

Se non hai mai usato un tonico esfoliante, forse è arrivato il momento di acquistarne uno. Il tuo viso cambierà, nel giro di pochi giorni. Avrà una nuova luce e lo noterà anche chi ti sta accanto. Cosa aspetti allora? Prova subito!

 

 

 

 

 

Da leggere