Metodo semplice e veloce per pulire e tagliare bene il radicchio. Devi assolutamente provarlo!

Trucchi in cucina per pulire a tagliare bene il radicchio. Risultato perfetto in poche mosse. Risparmierai tempo e fatica. Scopri subito di più!

Ortaggi e verdure fanno bene alla salute. Non devono mai mancare in una dieta, ovviamente consumati nelle quantità raccomandate. D’estate, con il caldo, abbiamo voglia di cibi più freschi. Ci deliziamo con insalate, verdure scaldate e condite con un filo d’olio a crudo, primi piatti freddi e così via.

radicchio
(Adobe Stock)

Tra i cibi da portare in tavola, un posto d’onore spetta al radicchio. Con questo termine ci si riferisce ad una categoria di prodotti abbastanza vasta. Esistono, infatti, diverse qualità di radicchio. E’ molto famoso e apprezzato quello di Castelfranco Veneto. Tra Venezia e Treviso c’è una vera e propria ‘strada del radicchio’, cioè una produzione specializzata iniziata a fine Ottocento.

La famiglia dei radicchi, oltre a quelli rossi, include anche i bianchi, i verdi e i variegati. Hanno tante proprietà benefiche per l’organismo. Sono ipocalorici, aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e sono disintossicanti. Contengono molte vitamine e, inoltre, sono ricchi di potassio.

Questo ortaggio, ormai, è disponibile tutto l’anno. Però, il periodo migliore per consumarlo, va da ottobre a fine primavera. Scopriamo insieme come pulire e tagliare bene il radicchio in pochi passaggi.

Come pulire e tagliare bene in radicchio. Piccole astuzie

Il radicchio è molto croccante ed ha un sapore amarognolo. E’ perfetto per preparare insalate appetitose, come piatto unico o come contorno stuzzicante. Al di là delle preferenze, pulire e tagliare bene il radicchio è quasi un’arte. Ecco come fare per preservarne il gusto.

radicchio
(Adobe Stock)
  • Seleziona le foglie. Togli quelle esterne danneggiate oppure un po’ appassite. Non strapparle, rimuovile dalla base praticando un piccolo taglio con il coltello.
  • Poggialo su un piano d’appoggio per tagliarlo. Una volta selezionate le foglie, sistema il cuore di radicchio su un piano d’appoggio e taglialo a metà. Fatto questo, allarga un po’ le foglie prima di passare al lavaggio.
  • Sciacqua accuratamente le foglie. Lava bene le due parti del radicchio con un buon getto d’acqua. Avere allargato un po’ le foglie ti aiuterà a rimuovere bene i residui di terreno, piccoli detriti e parassiti morti (può capitare di trovarne).
  • Lascia riposare un po’ le foglie. Il radicchio non va condito subito dopo averlo lavato. Le foglie devono essere ben asciutte. Ti consigliamo di scolarle e di lasciarle in un recipiente per 10-15 minuti, per un’asciugatura perfetta.

LEGGI ANCHE –> Radicchio: proprietà, benefici, controindicazioni e come assumerlo

Come tagliare bene il radicchio? E’ un’altra domanda ricorrente tra quelli che lo apprezzano molto. Il tipo di taglio si sceglie in base a come lo si vuole preparare. Facciamo alcuni esempi.

  • Taglio a listarelle. In verticale o in orizzontale, è perfetto se vuoi stufare il radicchio in padella.
  • Taglio a pezzi medio-piccoli. E’ la scelta ideale se vuoi consumare il radicchio crudo, magari preparando un’insalata gustosa da arricchire con dei pomodorini di Pachino.

Prima abbiamo accennato al gusto amarognolo del radicchio. Non a tutti piace, soprattutto ai bambini. C’è un trucchetto infallibile per smorzare un po’ il sapore. Basta mettere le foglie in un contenitore con acqua fredda, e lasciarle in ammollo per due ore prima di cuocerle o condirle. Il metodo funziona e devi assolutamente provarlo!