Come pulire bene le cornici: di plastica, legno o argento scopri tutti i rimedi della nonna

Come pulire bene le cornici? Se hai dei quadri in casa te lo sarai chiesto almeno una volta. Scopri i rimedi della nonna più efficaci, da utilizzare a seconda dei materiali.

In ogni casa c’è almeno una cornice. Se poi si è appassionati di pittura e si hanno molti quadri, il numero può diventare consistente. Le cornici sono oggetti ornamentali perfetti per impreziosire quadri, specchi o fotografie.

cornici
(Adobe Stock)

Cornici raffinate sono il dono perfetto per le occasioni che contano. Si regalano per nascite, promesse di matrimonio, anniversari e così via. Con una bella cornice, insomma, si va sempre sul sicuro.

Ma veniamo ora alla parte pratica. Come pulire bene le cornici? Se ne hai alcune in casa te lo sarai chiesto almeno una volta. In realtà molto dipende dai materiali, in base ai quali poi si sceglie la migliore tecnica di pulizia.

Ti proponiamo consigli, trucchetti e rimedi della nonna. Scopri subito come procedere per una pulizia sempre al top delle tue cornici. Il risultato finale sarà impeccabile!

Come pulire bene le cornici? Ecco alcune astuzie

Spesso in un’unica casa ci sono più cornici, posizionate in diversi punti. Da quelle dei quadri appesi al muro, a quelle delle fotografie in bella mostra su scrivanie e tavolini fino ad arrivare alle cornici degli specchi.

cornice
(Adobe Stock)

Le cornici differiscono per modelli e materiali. Le tecniche di pulizia variano a seconda che si tratti di argento, legno o plastica. Ecco alcuni trucchetti per una pulizia efficace. Li riassumiamo di seguito, per una maggiore comodità.

  • Trattamento cornici in argento. Sono belle ma, al contempo, molto delicate perché tendono ad annerire. Per pulirle puoi usare dei prodotti specifici. In alternativa, ci sono i rimedi della nonna. Eccone uno: mescola acqua e bicarbonato di sodio. Gira bene fino ad ottenere una pasta da stendere sulle superfici da trattare. Infine, strofina con un panno morbido. Un altro trucchetto è quello del dentifricio. Strofinane un po’ sulle parti annerite con un spazzolino e, poi, passa un panno umido. La tua cornice sarà come nuova!
  • Trattamento cornici dorate. Sono quelle dei quadri o degli specchi. Di solito sono molto decorate, con tanti intarsi, ecco perché bisogna prima spolverare bene. Aiutati sono uno spazzolino a setole morbide per rimuovere tutte le impurità. Fatto questo, passa al rimedio della nonna. Prepara una soluzione con acqua e aceto e usala per lavare la cornice. Infine risciacqua e asciuga. Il risultato sarà perfetto!

LEGGI ANCHE –> Argento annerito? Ecco come lucidarlo non solo con il bicarbonato

  • Trattamento cornici in legno. Anche in questo caso bisogna rimuovere prima la polvere. Fatto questo, puoi passare alla lucidatura con un prodotto a base di cera d’api, anche a spray, da strofinare con un panno morbido fino a completo assorbimento.
  • Trattamento cornici in platica. Diciamoci la verità sono quelle più pratiche, perfette da pulire in poche mosse. Puoi lavarle con acqua corrente, aggiungendo qualche goccia di detersivo per piatti. Insapona, risciacqua e asciuga ed il gioco è fatto!

Tirando le somme, occhio ai materiali! Una pulizia con prodotti non adatti potrebbe danneggiare la tua cornice. Inoltre, fai attenzione se hai un pezzo d’antiquariato. Alcune cornici sono di grande pregio e, se non sai quale sia il metodo di pulizia più sicuro, chiedi consiglio ad un esperto del settore.

 

 

 

 

 

 

Da leggere