Indossi gli auricolari bluetooth anche tu? Ecco cosa devi sapere

Alzi la mano chi non ha mai indossato gli auricolari bluetooth! Comodi e leggeri da avere sempre con se, ma fanno bene alla salute oppure no? Scopriamo

Comodi, leggeri, funzionali e indispensabili, stiamo parlando degli auricolari bluetooth, ormai nessuno ne può fare almeno. Fino a qualche anno fa si andava in giro con le cuffie che avevano un filo fastidioso ed erano poco pratici. Ma gli auricolari bluetooth sono stati davvero utili soprattutto per chi trascorre diverse ore della giornata al telefono. Sono anatomici e molto leggeri, talvolta ci si dimentica di averli, ma cosa accade si si tengono per diverse ore della giornata? Scopriamo insieme se indossare gli auricolari bluetooth fa bene alla salute oppure no.

Auricolari bluetooth e salute: ecco cosa devi sapere

Gli auricolari bluetooth sono cuffie wireless inventati agli inizi del Duemila, ma si sono diffusi solo negli ultimi anni tra la popolazione. Come per tutto quello che riguarda la tecnologia che prevede emissione di radiazioni, ci sono dei pareri discordanti sull’utilizzo frequente di alcuni dispositivi. C’è chi preferisce utilizzare questi auricolari per non avere il cellullare attaccato all’orecchio, chi invece ha paura per le radiazioni emesse.

auricolari
Foto:Freepik

Secondo gli esperti indossare gli auricolari bluetooth non danneggia il nostro organismo, nessun tessuto biologico visto che le radiazioni non sono ionizzanti. Per essere chiari, quando si parla di radiazioni ionizzate si fa riferimento a quelle radiazioni che vanno a modificare il numero di elettroni di un atomo e di conseguenza possono danneggiare l’organismo esposto alle radiazioni. In particolar modo se l’esposizione è eccessiva. Nel caso degli auricolari bluetooth le radiazioni emesse sono non ionizzanti e quindi hanno un’energia minore e non riescono quindi a modificare gli atomi o le molecole dei materiali che colpiscono.

Il ricercatore Alessandro Polichetti, operativo al Centro nazionale per la protezione dalle radiazioni dell’Istituto Superiore di Sanità afferma che “Gli effetti termici sono gli unici effetti accertati su questa tipologia di campi elettromagnetici, perché l’organismo umano assorbe l’energia convertendola in calore e il calore causa un surriscaldamento dei tessuti, che, se esagerato, può generare un danno termico“. Inoltre “Un danno si può verificare solo con campi elettromagnetici molto elevati, a cui è impossibile trovarsi esposti nella quotidianità. Di certo non con un cellulare o un bluetooth“.

Quindi dopo questa notizia i nostri lettori che abitualmente indossano gli auricolari bluetooth possono stare più tranquilli. Inoltre la legge impone che le persone non possono esporsi a potenze per unità di massa uguali o maggiori di 2 W/kg, questo limite viene rispettato. Il ricercatore rassicura i consumatori paragonando i campi elettromagnetici utilizzati dai dispositivi bluetooth a quelli dei forni a microonde in termini di frequenza. Quindi i danni termici nel corpo umano esposto a radiazioni  sono impossibili. 

LEGGI ANCHE–>Come pulire le AirPods : il trucco semplice e veloce per mantenerli sempre perfetti!

Ma il ricercatore consiglia comunque di limitare l’esposizione alle radiazioni da cellulare e abbassare il più possibile la potenza delle emissioni dei dispositivi, anche bluetooth. Sicuramente il ricercatore Alessandro Polichetti afferma che utilizzando gli auricolari durante una telefonata va a ridurre l’esposizione di una persona alle radiazioni rispetto al telefono che va a contatto  direttamente con l’orecchio. Inoltre i migliori dispositivi sono quelli con filo, visto che non hanno antenna e non emettono radiazioni.

Auricolari
Foto:Pixabay

Però il ricercatore ci vuole tranquillizzare affermando che l’auricolare a differenza del cellulare l’antenna non dista molto quindi le radiazioni sono più basse. Ma sicuramente utilizzare gli auricolari è la scelta migliore rispetto ad avere per molto tempo il telefono poggiato all’orecchio. Ma d’altro canto le aziende produttrici di questi dispositivi hanno comunque interesse ad abbassare il più possibile la potenza delle emissioni dei dispositivi, anche bluetooth per preservare la salute pubblica. Adesso si che avete le idee più chiare tra salute e auricolari bluetooth.

(Fonte:Ok-Salute)

Da leggere