Parrucchieri chiusi e ricrescita che incombe! Come coprirla a casa da soli senza fare danni

Cosa fare quando la ricrescita dei capelli comincia ad essere evidente ma i parrucchieri sono chiusi? Ecco qualche consiglio per coprirla a casa senza creare troppi danni. 

Avere capelli in ordine è una delle cose che fa sentire bene noi donne, a volte basta anche solo una bella messa in piega ed il colore giusto per trasformare l’immagine riflessa nello specchio e farci sentire subito meglio.

Gli ultimi tempi a causa dell’emergenza Covid-19 ci hanno visto combattere battaglie importanti contro questo terribile virus, ma anche piccole battaglie personali, che se pur notevolmente ‘leggere’ hanno in qualche modo influenzato negativamente le nostre routine quotidiane tra le quali anche quella delle beauty routine.

donna applica tinta per capelli
Adobe Stock

Tutte le donne costrette a fare i conti con i capelli bianchi non hanno potuto affidarsi alle mani del proprio parrucchiere di fiducia e se c’è chi ha ‘glissato’ con signorilità non facendo molto caso alla striatura grigia delle radici, c’è chi ha combattuto a suon di tinte e riflessanti per cercare di nascondere la ricrescita e non sempre con buoni risultati.

Per tutte le temerarie della ‘tinta fai da te’ ecco alcuni consigli di ordine pratico per scegliere il prodotto giusto con cui ritoccare la ricrescita e su come applicarlo.

Ricrescita capelli:  come scegliere la colorazione giusta in base al proprio colore naturale o creato dal parrucchiere

La battaglia alla ricrescita non ci ha visto certo abbandonate dai nostri parrucchieri di fiducia, che si sono resi disponibili a tutte le spiegazioni del caso e a consigliare quale prodotto utilizzare per mimetizzare senza troppi errori i capelli grigi e bianchi naturalmente presenti alla radice.

Il primo consiglio davvero pratico che ci sentiamo di darvi è quello di contattare il vostro parrucchiere e farvi consigliare il numero di tinta più adatto al colore dei vostri capelli, che sia quello naturale o frutto di numerose colorazioni e colpi di sole.

Per tutte coloro che invece debbono orientarsi nella scelta della tinta giusta da sole, ecco un piccolo schema che riassume le numerazioni principali con cui vengono individuate le tinte per i capelli, sapete quel numero doppio o a volte triplo indicato sulla confezione della tinta? Quello dovrebbe essere comune alle maggiori aziende produttrici di colorazioni per capelli. Ecco le numerazioni che potranno davvero indicarvi la strada giusta! 

Le numerazioni principali delle colorazioni per capelli

Solitamente la numerazione della tinta presenta due numeri divisi da un trattino, una virgola o un punto. Il primo numero indica la colorazione di base, il secondo quella del riflesso o meglio del colore del pigmento inserito nella colorazione naturale.

tinta per capelli prodotti
Adobe Stock

Le colorazioni naturali (primo numero) 

1 nero

2-3  bruno o castano scuro

4  castano medio

5  castano chiaro

6 biondo scuro

7 biondo medio

biondo chiaro

9  biondo chiarissimo

10  biondo platino

11 –12  biondo chiarissimo e extra chiarissimo

I pigmenti aggiunti al colore naturale che ne determinano il riflesso (secondo numero) 

0– intenso, questo numero si riferisce al primo numero quello della tonalità naturale.

1 cenere

2 viola

dorato

4  rame

5  mogano

6 rosso

7- 8  marroni caldi e freddi per esempio cioccolato o beige

23- 21  perla

13- 31 sabbia

Quindi per esempio se voglio colorare le radici di un nero intenso sceglierò un 1,0, se invece voglio utilizzare un nero violino sceglierò un 1,2. 

Alla luce di questi piccoli schemi numerici, potrete così scegliere la tonalità di colorazione più adatta a ritoccare la ricrescita in base alla colorazione già presente sulle lunghezze.

->>LEGGI ANCHE: Tinta fatta in casa, come togliere il colore in eccesso dalla pelle dopo il trattamento

Ricrescita capelli: quale tipologia di  prodotto utilizzare per ritoccarla in casa senza creare danni

Una volta individuato il numero corretto della colorazione, ci si dovrà orientare nella scelta del prodotto, quasi sempre da supermercato. In questo caso troveremo delle tinte già pronte da diluire e da applicare. 

Il consiglio di tutti i professionisti è quello di scegliere formulazioni in crema piuttosto che quelle semi liquide, questo perché la crema, una volta applicata alle radici tenderà a permanere con più facilità mentre la formulazione più liquida tenderà a colare e quindi a condizionare il colore delle lunghezze determinando un danno. 

Per tutti coloro non se la sentano di cimentarsi con colorazioni in tinta, ecco che vengono in aiuto gli spray coloranti che potranno essere applicati a capelli asciutti e dovranno essere riapplicati dopo ogni lavaggio o anche i mascara colorati per ritoccare le radici almeno quelle più evidenti presenti all’attaccatura dei capelli.

Come applicare la tinta sulle radici

Applicare la tinta sulle radici sarà un impresa caratterizzata da molta pazienza ma non impossibile! Seguendo questo video tutorial potrete afferrare a pieno tutti i passaggi importanti per ritoccare la colorazione alla radice in modo semplice! Abbiamo inoltre dedicato un approfondimento all’applicazione della colorazione su tutta la chioma.