Se si soffre di artrosi è meglio non fare attività fisica? Ecco la risposta degli esperti

Tra le tante domande che chi soffre di artrosi si pone c’è quella che riguarda l’attività fisica: è meglio praticarla oppure no? Ecco la risposta dell’Istituto superiore di sanità. 

L’artrosi è una patologia degenerativa a carico delle articolazioni e può interessare diverse zone del corpo: dalle ginocchia alla colonna vertebrale, passando per mani e piedi, che si caratterizza per dolore, rigidità e limitazione delle articolazioni.

Si tratta di una delle “cause principali di dolore cronico e disabilità negli anziani e colpisce il 17% della popolazione, in particolare il sesso femminile sopra i 75 anni. Molti allora sono portati a pensare che chi soffra di artrosi non debba usare le articolazioni e quindi non svolgere attività fisica.

Ma a rispondere a tale  interrogativo ci ha pensato l’Istituto superiore di sanità che nella sezione del sito Issalute.it denominata “falsi miti e bufale” ha precisato che: “L’esercizio fisico, praticato dalle persone affette da artrosi, migliora il decorso della patologia, la motilità articolare e, di conseguenza, la qualità della vita”. Scopriamo di più.

Artrosi e attività fisica sì o no? Risponde l’Iss

artrosi attività fisica
Fonte: Canva

In maniera errata siamo portati a pensare che chi soffra d’artrosi debba usare le articolazioni il meno possibile ma il rischio, sostiene l’Iss, è che “si crei un circolo vizioso tra patologia artrosica e sedentarietà”.

Questo porta a 2 conseguenze:

  • “peggioramento della patologia”
  • “aumento del rischio di sviluppare altri problemi, come quelli cardiovascolari”.

Del resto un corretto stile di vita, come dieta bilanciata e attività fisica costante è utile a prevenire l’artrosi ma anche per trattarla quando è in fase cronica.

Al contrario spiega l’Iss: durante gli attacchi acuti, invece, è da preferire il riposo e il trattamento farmacologico, previo consulto medico”.

Ma qual è l’attività più indicata se si soffre di artrosi cronica?

L’Iss consiglia un lavoro aerobico di intensità lieve-moderata come nuoto, acquagym o  bicicletta, attività che riducono il carico sulle articolazioni.

Acquagym iStock
Photos

Molto utili anche attività che rinforzano la muscolatura come ginnastica dolce, pilates, stretching o yoga. 

LEGGI ANCHE –> Soffri di artrosi? Prova con questo semplice ingrediente che tieni in casa

Se si riduce il dolore anche i farmaci possono essere ridotti. Considerando che chi è in sovrappeso o obeso soffre ancora di più perché aggravato dal peso corporeo dovrà a maggior ragione praticare un’attività fisica regolare che lo aiuti nel processo di dimagrimento così da ridurre il carico sulle articolazioni.

In ogni caso comunque è sempre bene sottolinea l’Iss: “consultare il proprio medico per consigli su modalità e tipologia di attività in base alla propria condizione prima di iniziare un’attività fisica”. 

(Fonte: Issalute.it)

Da leggere