Come scegliere il vaso giusto per la tua pianta: occhio a grandezza, materiali e fabbisogni della pianta

Come scegliere il vaso giusto per una pianta? Se hai il pollice verde te lo sarai chiesto almeno una volta. Ci sono molti aspetti da considerare. Scopri i trucchi per non sbagliare.

Una pianta in un vaso adatto, magari anche bello da vedere perché finemente decorato, può fare da cornice all’arredamento d’interni. Avere piante in casa fa bene anche alla salute! Aiutano a purificare l’aria. Per esempio l’aloe vera elimina il benzene e la formaldeide.

Avere una o più piante in appartamento deve essere una scelta ponderata. Tutti sappiamo che saranno necessarie cure, più o meno costanti a seconda della specie. Se hai una routine frenetica e non hai molto tempo da dedicare, allora le succulente fanno al tuo caso! Le piante grasse, infatti, non richiedono molte attenzioni. Basta innaffiarle, meglio se a immersione, anche una volta ogni 10-15 giorni.

vaso
(Pixabay)

Al di là delle diverse specie con relative caratteristiche, quasi tutte le piante hanno bisogno di un vaso, a meno che tu non decida di piantarle nel giardino di casa.

Individuare il vaso giusto sembrerà una banalità ma non lo è. Preferire questo o quel modello, inciderà sui tempi di asciugatura del terreno. La pianta crescerà bene soltanto in un vaso adatto. Scopri subito tutti i trucchi per non sbagliare!

Come scegliere il vaso ideale per la tua pianta. I consigli

Hai una pianta ma non sai come scegliere il vaso adatto? Niente paura, non è poi così complicato. Devi considerare alcuni aspetti precisi. Li riassumiamo di seguito per una maggiore comodità.

vaso
(Pixabay)

Vaso, di che misura sceglierlo? E’ un aspetto fondamentale, perché le radici devono avere lo spazio adeguato per crescere e ramificare. Se il vaso è troppo grande, il terreno farà fatica ad asciugarsi e non è un bene per la pianta. Alla lunga, le radici potrebbero marcire.

Un vaso troppo piccolo, invece, mette a rischio la crescita della pianta. La base del vaso potrebbe non essere sufficiente per sostenerla. Risultato? La pianta potrebbe cadere e danneggiarsi.

Se hai acquistato la pianta presso un fioraio o un vivaio, si presuppone che te l’abbiano data con il vaso giusto. Ma se dopo un anno vedi che la pianta è in sofferenza, allora devi cambiarlo.

Quando si cambia il vaso? Di solito quando ce ne c’è vuole uno più grande. C’è un trucchetto infallibile per capirlo! Dai un’occhiata alle radici della tua pianta. Se ti accorgi che fuoriescono dai forellini posti sulla base del vaso, allora è arrivato il momento di prendere uno più capiente.

LEGGI ANCHE –> Piante in casa? Ecco cosa fare per farle vivere a lungo

Vaso e coprivaso, come usarli. Quasi tutti i vasi hanno dei forellini sul fondo. Servono a drenare il terreno e ad espellere l’acqua in eccesso, per evitare ristagni. Il coprivaso si usa quando si vuole nascondere il vaso del vivaio, che è brutto da vedere, minimale e quasi sempre in plastica.

Vaso per pianta, i materiali. Si spazia dalla plastica, alla ceramica, passando per la terracotta. Quelli in plastica sono quasi sempre vasi di ‘transizione’. Sono economici, più leggeri e disponibili in tanti colori.

Un vaso in ceramica è più robusto ed elegante. Puoi sceglierne uno in versione smaltata, che darà un tocco di classe alla tua pianta. I vasi in ceramica costano di più ma resistono poco alle gelate notturne, quindi fai attenzione!

Infine ci sono i modelli in terracotta, realizzati in argilla rossa. E’ un materiale poroso che aiuta la pianta ad assorbire meglio l’acqua. In questi vasi il terreno si asciuga più velocemente. Sono perfetti se hai l’hobby del giardinaggio!

Ora conosci tutti i trucchi per una scelta appropriata. Regala alla tua pianta un vaso in linea con i suoi fabbisogni e vedrai che crescerà sana e rigogliosa. Sarà la tua più grande soddisfazione!

 

 

 

 

 

 

 

Da leggere