Come individuare una borsa di Chanel falsa: ecco i trucchi per riconoscere un fake

Quando si decide di acquistare un bene di lusso come una borsa di Chanel dobbiamo saper riconoscere un’autentica da un fake: ecco i trucchi per non sbagliare.

Finalmente abbiamo deciso di investire i nostri risparmi in un bene di lusso come una borsa di Chanel. Naturalmente se si acquista direttamente in una boutique della maison non ci sarà alcun tipo di problema ma quando invece decidiamo di sceglierne una di seconda mano il discorso è diverso.

Il mercato di beni di lusso contraffatti è purtroppo molto affollato e il rischio di acquistare un fake e di pagarlo anche profumatamente può non essere così difficile. Al contempo esistono anche una serie di siti che trattano prodotti di seconda mano ma decisamente seri ed affidabili.

Se però vogliamo essere sicure di non acquistare un fake ecco una piccola guida per individuare una borsa di Chanel falsa con tutti i trucchi per riconoscere se è contraffatta. Grazie ad alcuni tricks di Sabrina’s Closet , boutique di lusso dove si possono acquistare capi nuovi e usati, scopriamo come fare.

Ecco i trucchi per individuare una borsa di Chanel falsa

borsa chanel falsa
Fonte: Pinterest

Una borsa di lusso è per sempre. E se è di Chanel lo è ancora di più. Tra i modelli più classici delle borse targate dalla maison francese troviamo sicuramente la flap bag con le due C intrecciate, da non confondere con la 2.55 che invece ha la chiusura rettangolare ma che è altrettanto iconica. Infatti, la flap bag è proprio un reinterpretazione della 2.55 definita anche come “la reissue”, ovvero la ristampa, introdotta nel mercato nel 1983 da Karl Lagerfeld.

Ora se acquistiamo in una boutique del marchio non si porrà nessun problema ma se decidiamo di acquistarne una vintage o di seconda mano dobbiamo assolutamente porre estrema attenzione al prodotto.

Vediamo alcuni trucchi per riconoscere una borsa di Chanel falsa ed evitare di prendere una fregatura, specialmente se non si ha un occhio esperto. Districarsi nel mondo dell’usato può talvolta non essere semplice anche perché ci sono riproduzioni fatte davvero bene.

LEGGI ANCHE –> Borse pastello che passione! Ecco perché a primavera devi acquistarne almeno una

1) Controllare la chiusura a doppia C e il retro. Se il modello in questione è dotato della chiusura con la doppia C è sicuramente la prima cosa da osservare. Quelle autentiche generalmente hanno un bordo piatto mentre le fake presentano le linee delle C più arrotondate. Inoltre, le due C devono essere posizionate perfettamente al centro, in quelle false è leggermente decentrato. Non solo, la C a destra è posta sopra a quella di sinistra nella parte superiore, al contrario nella parte inferiore quella di sinistra passa sopra a quella di destra. Da non sottovalutare il retro della chiusura. Sulla C di sinistra c’è scritto Chanel, mentre sulla C di destra Paris.

2) La dust bag. Se la borsa è vintage potrebbero dirvi che la sacca è andata perduta. Peccato che tutte le Chanel così come le borse di lusso di altri marchi vengono vendute con la sacca anti-polvere. Se la borsa è originale la scritta Chanel nella dust bag sarà nitida, bianca e con lo stesso font del marchio. In quelle finte il colore della scritta Chanel è più scolorito, non centrato e il tessuto è di scarsa qualità.

3) Certificato di autenticità. Tutte le borse di Chanel autentiche sono dotate di un certificato che contiene il numero di serie composto da diverse cifre a seconda di quando la borsa è stata fabbricata:

  • dal 1984 al 1986: 6 cifre
  • dal 1986 al 2004: 7 cifre
  • dal 2005 in poi: 8 cifre

Al momento Chanel emette certificati di autenticità con numeri seriali non superiori a 9 cifre. Ciò non esclude che in futuro potrebbe cambiare ma in tal caso sarà comunicato ufficialmente dalla sede centrale di Chanel. Nel caso di voglia vendere la borsa il certificato di autenticità è indispensabile.

Il numero di serie nella borsa deve essere uguale a quello sulla carta, altrimenti lasciate perdere. Anche le carte di autenticità possono essere falsificate. Quelle vere non hanno effetti particolari tipo un ologramma ma assomigliano a carte di credito. Il numero di serie non è stampato ma inciso dietro alla carta e infine, quelle prodotte dopo il 2005 presentano un simbolo a forma di cerchio in alto a destra di color grigio.

4) Difetti sulla catena. Se gli anelli presentano dei difetti e non sembrano ben saldate molto probabilmente siamo di fronte a un fake. Le originali infatti hanno catene pesanti e ben saldate. Le cuciture sulle false sono irregolari e presentano una sorta di dossi. In quelle autentiche sono molto più pulite.

5) Le cerniere. A seconda dell’anno di produzione le cerniere cambiano. Bisogna perciò verificare che sia quella giusta.

6) Impuntura. La trapuntatura delle Chanel è praticamente perfetta e forma un reticolato simmetrico. Se però non coincide occhio al fake.

7) Qualità della borsa. La borsa di Chanel se messa in piedi dovrà stare dritta, al contrario se non lo fa significa che molto probabilmente è falsa. Inoltre, Chanel utilizza i migliori materiali fatti per durare nel tempo.

8) Fodera. Come tutta la borsa anche la fodera interna deve essere di buona qualità e che si adatta perfettamente alla forma della borsa. Se la fodera non è perfettamente piatta significa che la borsa è un fake.

9) Colore scritta. La scritta interna della borsa deve corrispondere al colore delle rifiniture. Se la chiusura è argento la scritta Chanel interno lo dovrà essere altrettanto.

Da leggere