Skyr: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo

Scopriamo tutto quel che c’è da sapere sullo skyr. Un formaggio, buono, cremoso e altamente proteico.

Arriva dall’Islanda, è un superfood, ricco di proteine, sembra uno yoghurt ma in realtà è un formaggio magro. Molto cremoso, magro ma sopratutto estremamente buono, fa benissimo all’organismo. Scopriamo insieme i segreti di questo super latticino.

Tutto sullo skyr: proprietà, controindicazioni, curiosità

donna con yogurt
fonte foto: Adobe Stock

Conosciuto già dai Vichinghi più di mille anni fa, lo skyr è un formaggio morbido e cremoso che somiglia ad uno yoghurt ed è originario della tradizione Islandese.
Ogni regione lo produce in modo differente, ma in sostanza si ottiene dal latte vaccino scremato mediante coagulazione con dei lattobacilli.
Tradizionalmente si usano resti di skyr per produrne di nuovo. Pare che prima del XX secolo si producesse dal latte ovino, salvo poi usare quasi esclusivamente quello vaccino.

Alla stregua del quark è un latticino ricco di proteine e povero di grassi e di carboidrati. Soprattutto ultimamente, con la ricerca di alimenti “fit” da sostituire ad altri troppo grassi o calorici, lo skyr sta scoprendo un momento di assoluta fama.
Grazie a suoi fermenti lattici, lo skyr è molto digeribile ed in grado di aiutare a regolare la funzione intestinale.
Lo Skyr presenta diversi tipi di probiotici che aiutano l’intestino a funzionare meglio e restare in salute:

  • Streptococcus thermophilus
  • Lactobacillus acidophilus
  • Lactobacillus Bulgaricus
  • Bifidobacterium lactis

Ottima fonte di calcio, lo skyr è privo di grassi, lo skyr aiuta nelle diete ipocaloriche, contro il colesterolo cattivo, riduce l’ipertensione, aiuta le ossa e la digestione. Consumando latticini come lo skyr, a basso contenuto di grassi e carboidrati, si prevengono stati come ictus e malattie cardiovascolari.

Calorie e valori nutrizionali
Questi i valori medi per una quantità di 100 g. di skyr:

  • Calorie: 65
  • Proteine: 12 g
  • Carboidrati: 4 g
  • Zuccheri: 3 g
  • Grassi: 0,2 g
  • Sodio: 0,1 mg

Ovviamente questi valori non vanno intesi come assoluti. In base alla varietà scelta, infatti, alcuni valori potrebbero essere un po’ diversi. Questa è comunque una media piuttosto attendibile che da l’idea delle tante proprietà di questo latticino.

Controindicazioni
Coloro che sono intolleranti al lattosio devono consumare lo skyr con molta moderazione e sotto controllo medico.
Coloro che seguono diete particolari dovute ad allergie ed intolleranze farebbero bene a considerare l’effetto fodmap di questo latticino.
In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per ogni eventuale problema o dubbio in merito.

Come assumere lo skyr

skyr
fonte foto: Adobe Stock

Ottimo così com’è, lo skyr si presta ad essere matchato con latte e miele, frutta fresca e secca, panna e cioccolato. Per questo motivo si rivela ottimo per la prima colazione o per una golosa merenda.

Allo stesso tempo può essere utilizzato nei dolci e nei panificati o come base per frullati o cheesecake.
Una volta condito con olio extravergine d’oliva e spezie, fresche o essiccate, diventa un’ottima salsa per verdure, pesci, carni o snack.

Si tratta, insomma, di un alimento altamente versatile ed in grado di trasformarsi in diversi modi, rivelandosi l’ingrediente perfetto da tenere sempre in casa.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti