Bere tantissima acqua fa perdere appetito e dimagrire? Ecco la risposta dell’Iss

Quante volte sentiamo dire che bere acqua fa perdere appetito e di conseguenza fa dimagrire? Ma qual è la giusta quantità? Ecco la risposta dell’Istituto superiore di sanità.

Quando si ha intenzione di intraprendere una dieta tra i consigli da seguire c’è sempre quello di bere acqua a sufficienza. 

Si tratta di una buona abitudine che naturalmente andrebbe rispettata, non solo quando si sta a dieta, ma sempre perché l’acqua, bevuta nella giusta quantità, fa bene all’organismo.

Sgomberato il campo dai dubbi però l’Istituto superiore di sanità precisa che: Bere troppa acqua, così come berne troppo poca, è nocivo per la salute”. Scopriamo allora qual è la giusta quantità d’acqua che dovremmo bere.

Ecco perché dobbiamo bere la giusta quantità d’acqua per dimagrire e stare in forma

bere acqua
Foto:Adobe Stock

Dire esattamente che bere tantissima acqua fa perdere appetito e dimagrire secondo l’Istituto di sanità è falso. 

Infatti, è giusto bere acqua, anzi fondamentale, ma occorre farlo nel modo giusto, ciò significa che berne troppa, così come troppo poca è sbagliato.

In particolare nel sito dell’Iss si legge che: Bere troppa acqua è nocivo perché tra gli altri effetti, può determinare la diluizione degli elettroliti nel sangue, specialmente il sodio e il potassio, che hanno una funzione essenziale nel bilancio dei liquidi tra l’interno e l’esterno delle cellule”.

Quindi la soluzione corretta è berne il giusto quantitativo, in questo modo si manterrà il buono stato di salute dell’organismo, reintegrando le perdite idriche, e garantendo così le condizioni ottimali per gran parte dei processi fisiologici.

Ma cosa succede se si introduce un’eccessiva quantità d’acqua? Leggiamo ancora nel sito dell’Iss che possiamo andare incontro a “mal di testa, nausea e vomito, aumento della pressione sanguigna, stato confusionale, sonnolenza, respirazione difficoltosa, astenia (stanchezza)”.

E allora non ci resta che conoscere qual è il giusto quantitativo di acqua da bere.

L’Efsa (European Food Safety Authority) ha di recente ridefinito i valori dietetici anche dell’acqua e ha raccomandato i valori a cui attenersi in base a età e sesso per godere di buona salute.

In particolare questi parametri si riferiscono alla quantità d’acqua assunta complessivamente sia tramite consumo diretto che attraverso l’alimentazione, in condizioni di temperature moderate e livelli medi di attività fisica.

– nei neonati sino a sei mesi di vita: 100 millilitri per chilo di peso al giorno (mL/kg/giorno) 

– nei bambini:

  • tra 6 mesi e un anno di età: 800-1000 millilitri al giorno (mL/giorno)
  • fra 1 e 3 anni di vita: 1100-1300 mL/giorno
  • fra i 4 e gli 8 anni di età: 1600 mL/giorno
  • età compresa tra 9-13 anni: 2100 mL/giorno per i bambini e 1900 mL/giorno per le bambine

negli adolescenti, adulti e anziani: per le femmine 2 litri al giorno (2 L/giorno); per i maschi 2,5 L/giorno

bere acqua dimagrire
Foto da Canva

Occorre altresì precisare che “i valori sono indicativi; in condizioni di climi caldi e di attività fisiche intense, o altre situazioni che inducano disidratazione, i livelli di acqua da assumere possono variare sensibilmente (può considerarsi anche più del doppio delle quantità indicate)”.

Un esempio che riporta ancora l’Iss è che può verificarsi disidratazione anche “in condizioni di stress e disturbi gastro-enterici che determinino vomito e diarrea, come per la diarrea del lattante”.

Alla luce di quanto detto quindi, dovremo bere acqua sufficiente al nostro organismo per godere di un buono stato di salute facendo attenzione ai parametri stabiliti dagli esperti.

Scopri alcuni trucchetti per riuscire a bere più acqua durante la giornata. 

(Fonte: www.issalute.it)